Messaggio del 25 ottobre 2014

"Cari figli! Pregate in questo tempo di grazia e chiedete l'intercessione di tutti i Santi che sono già nella luce. Loro vi siano d' esempio e d' esortazione di   giorno in giorno, sul cammino della vostra conversione. Figlioli, siate coscienti che la vostra vita è breve e passeggera. Perciò anelate all'eternità e preparate i vostri cuori nella preghiera. Io sono con voi ed intercedo presso il mio Figlio per ciascuno di voi, soprattutto per coloro che si sono consacrati a Me ed a mio Figlio. Grazie per aver risposto alla mia chiamata.”  

Papa Francesco. Udienza generale del 29 ottobre 2014. La Chiesa realtà visibile e spirituale

Papa Francesco(5)Cari fratelli e sorelle, buongiorno.
Nelle catechesi precedenti abbiamo avuto modo di evidenziare come la Chiesa abbia una natura spirituale: è il corpo di Cristo, edificato nello Spirito Santo. Quando ci riferiamo alla Chiesa, però, immediatamente il pensiero va alle nostre comunità, alle nostre parrocchie, alle nostre diocesi, alle strutture nelle quali siamo soliti riunirci e, ovviamente, anche alla componente e alle figure più istituzionali che la reggono, che la governano.

Tutto quello che non ci dicono su Halloween – di Giuliano Guzzo

HalloweenEsageri, è incredibile, ma non scherzare: le reazioni che s’incontrano nell’esporre le dinamiche esoteriche della festa Halloween sono in genere di questo tipo, vale a dire del massimo scetticismo. Svelare le implicazioni occulte di quella che per molti è solo una carnevalata genera disturbo rispetto ad un convincimento che non si vuole mettere in discussione: è una bella festa, innocua ed allegra, e sbaglia chi ne dubita.

Un ex satanista spiega la verità su Halloween ed Harry Potter

Pubblichiamo questo video, tratto dal sito Fermenti Cattolici Vivi, in cui un ex satanista descrive cosa sia in realtà Halloween e anche l’origine dei film di Harry Potter. Che quanto affermi corrisponda a verità lo attesta il fatto che le esperienze che lo hanno riguardato sono le stesse che nel suo libro “Fuggita da Satana” ha raccontato Michela, pseudonimo della ragazza che per diventare sacerdotessa doveva uccidere Chiara Amirante, la fondatrice dell’Associazione  Nuovi Orizzonti.

Papa Francesco. Meditazione a S. Marta del 28 ottobre 2014

FrancescoCi sono cristiani che si fermano alla “reception” della Chiesa e restano fermi sulla porta, senza entrare dentro, per non compromettersi. È l’atteggiamento di chi si dichiara “cattolico, ma non troppo”, dal quale Papa Francesco ha messo in guardia durante la messa celebrata martedì mattina, 28 ottobre, nella cappella della Casa Santa Marta.

Francesco: Benedetto XVI “un grande Papa”. Scienza sia per tutti

Busto di Benedetto XVI“Un grande Papa”. Con questa espressione grata e affettuosa Papa Francesco ha ricordato il suo predecessore, Benedetto XVI, in onore del quale stamattina è stato scoperto un busto nella sede della Pontificia Accademia delle Scienze. Con i membri dell’organismo vaticano, riuniti in plenaria, il Papa ha anche riflettuto sul concetto di “natura”, spronando gli scienziati cristiani a mettere il progresso scientifico a servizio di tutta l’umanità.

Lo spettacolo continua! Verso il sinodo del 2015 – di Roberto de Mattei

Verso-il-sinodo-del-2015«Das Drama geht weiter!» (Lo spettacolo continua) ha dichiarato in un’intervista il cardinale Reinhard Marx, arcivescovo di Monaco di Baviera (“La Repubblica”, 20 ottobre 2014). Lo spettacolo è quello del Sinodo dei Vescovi, che ha visto un imprevisto colpo di scena svolgersi in aula.

Ora inizia un anno drammatico per la Chiesa – di Antonio Socci

Antonio SocciLa “rivoluzione d’ottobre” del Sinodo è fallita e con esso è finita la prima parte del pontificato bergogliano. Quale sarà la seconda? Il discorso conclusivo fatto sabato da Francesco lo fa intuire. Forse quello che inizia sarà uno degli anni più drammatici e confusi della storia della Chiesa.

Cardinale Burke: “Non ho detto che papa Francesco ha arrecato danno alla Chiesa”

Cerd. Raymond Leo Burke.L’Istituto Dignitatis Humanae (DHI) lamenta molto il fatto di dover intraprendere questa azione senza precedenti per chiarire un’ingiustizia commessa da una certa realtà giornalistica contro il cardinale Raymond Leo Burke, Presidente del suo Consiglio consultivo.  Il DHI è stato contattato da BuzzFeed per concordare un’intervista al cardinale Burke, Prefetto della Segnatura Apostolica, che ha accettato di buon grado.

Persone divorziate: i casi in cui possono ricevere l’Eucarestia. Le risposte di un sacerdote secondo il Magistero

EucarestiaI. è necessario distinguere tra persone semplicemente divorziate e persone divorziate e risposate o conviventi.  Le persone semplicemente divorziate possono ricevere l’assoluzione, soprattutto se sono vittime del divorzio.

II. Se hanno dato il divorzio, se sono pentite ma giudicano che ormai è impossibile riprendere la vita comune, possono ricevere l’assoluzione e fare la Santa Comunione.

Una giornata nella vita della Vergine Maria

vita ai tempi di GesùDuemila anni fa, Nazareth era un villaggio sconosciuto per quasi tutti gli abitanti della terra. In quel momento la Roma imperiale brillava piena di splendore. C’erano molte città prospere sulle rive del Mediterraneo. Il chiasso di mercanti e marinai inondava molte strade e piazze delle città portuali e degli empori commerciali. Nazareth, invece, era un pugno di povere case arroccate su alcuni promontori nella Bassa Galilea.

La Chiesa nella tempesta, e i cattolici pure

GospaCome i visitatori di questo sito avranno potuto constatare nei due anni e mezzo della sua esistenza, qui non sono mai stati pubblicati articoli o argomenti polemici, provocatori,  o semplicemente schierati, se non a difesa della verità della fede cattolica e della sua Chiesa. L’obiettivo di questo portale è stato sin dall’inizio quello di fornire una corretta informazione cristiana sia in materia di devozioni e pratiche religiose, rigorosamente fedeli a quelle ufficialmente approvate o comunque entrate a pieno titolo nelle consuetudini, sia nel campo dell’apologetica e dell’attualità.

Papa a movimento Schoenstatt: famiglia mai attaccata come oggi

Famiglia di SchoenstattAccompagnare la famiglia, difendere il matrimonio, mai attaccati come oggi. Questa la riflessione di Papa Francesco al movimento apostolico Schoenstatt, ricevuto in Aula Paolo VI in occasione del centenario di fondazione, avvenuta in Germania nell’ottobre 1914 per volontà di padre Giuseppe Kentenich.

Benedetto XVI: «Oggi avere una fede chiara, secondo il Credo della Chiesa, è etichettato come fondamentalismo»

Beneedetto e Georg Ratzinger[...] Avere una fede chiara, secondo il Credo della Chiesa, viene spesso etichettato come fondamentalismo. Mentre il relativismo, cioè il lasciarsi portare “qua e là da qualsiasi vento di dottrina”, appare come l’unico atteggiamento all’altezza dei tempi odierni. Si va costituendo una dittatura del relativismo che non riconosce nulla come definitivo e che lascia come ultima misura solo il proprio io e le sue voglie.

La sintesi di Brandmüller: «La verità del Vangelo non può mutare a nostro piacimento»

Brandmüller«La verità del Vangelo non può mutare a nostro piacimento, per esigenze cosiddette pastorali», avverte il cardinale tedesco di Curia, Walter Brandmüller, presidente emerito del Pontificio comitato di Scienze storiche  e  canonico del capitolo della basilica di San Pietro. E’ uno dei cinque porporati  autori del volume «Permanere nella verità di Cristo: matrimonio e comunione nella Chiesa cattolica» insieme a Müller, Burke, De Paolis e Caffarra.

Gadecki: troppi smemorati, si vuol far credere che la misericordia nella Chiesa inizi ora, dopo 2000 anni

Monsignor Stanisław GądeckiMonsignor Stanisław Gądecki, vescovo di Poznań in Polonia e presidente dell’episcopato del suo Paese, si congratula con se stesso e con gli altri che la pensavano come lui per la decisa critica della relazione post disceptationem del Sinodo sulla famiglia. Il prelato polacco ha denunciato un netto distacco dall’insegnamento di Giovanni Paolo II in materia, oltre a una non chiara visione dello scopo del Sinodo stesso.

Cosa avrebbe detto Paolo VI al Sinodo: le severissime parole di Cristo non possono essere annullate

Paolo VI con WojtylaÈ necessario, a questo riguardo, che noi ricordiamo le solenni parole del Vangelo a difesa della fedeltà coniugale: «Io vi dico – è Cristo che parla! – che chiunque lascia la propria moglie…, e ne sposa un’altra, commette adulterio, e chi si unisce con donna ripudiata, diventa adultero» (cfr Mt. 5, 32). La legge divina, interprete e fondatrice delle più profonde esigenze umane, è, su questo punto,

Il teologo don Martin Rhonheimer: «Gli atti omosessuali? Sono irragionevoli, oltre che ovviamente immorali»

don Martin RhonheimerVorrei qui approfondire l’idea centrale della “verità della sessualità”, vale a dire l’idea che la sessualità umana possiede una sua verità propria che, senza svalutarne l’intrinseca bontà come vissuto affettivo e sensuale, la trascende e la integra nell’insieme della dimensione spirituale della persona umana. […]  La verità della sessualità è il matrimonio.

Matrimonio? Indissolubile. E quello tra gay non esiste. Il card. Ruini non nutre nemmeno un dubbio

Mons. Camillo RuiniIn un’ampia e articolata intervista rilasciata ad Aldo Cazzullo per il Corriere della Sera, il cardinale Camillo Ruini, ex presidente della Conferenza Episcopale Italiana, precisa diverse questioni spinose. Anzitutto la questione del matrimonio e del divorzio, dicendo: «Se il matrimonio rimane indissolubile, e quindi continua a esistere, contrarre un nuovo matrimonio sarebbe un caso di bigamia; e avere rapporti sessuali con altre persone sarebbe un adulterio.

La paziente rivoluzione di Francesco – di Sandro Magister

aula del SinodoROMA, 24 ottobre 2014 – Non è vero che Francesco sia stato zitto, nelle due settimane del sinodo. Nelle omelie mattutine a Santa Marta martellava ogni giorno gli zelanti della tradizione, quelli che caricano sugli uomini fardelli insopportabili, quelli che hanno solo certezze e nessun dubbio, gli stessi contro cui si è scagliato nel discorso di congedo con i padri sinodali.

S. Messa per la conclusione del Sinodo straordinario sulla famiglia e beatificazione di Papa Paolo VI

Paolo VIAbbiamo appena ascoltato una delle frasi più celebri di tutto il Vangelo: «Rendete dunque a Cesare quello che è di Cesare e a Dio quello che è di Dio» (Mt 22,21). Alla provocazione dei farisei che, per così dire, volevano fargli l’esame di religione e condurlo in errore, Gesù risponde con questa frase ironica e geniale. È una risposta ad effetto che il Signore consegna a tutti coloro che si pongono problemi di coscienza, soprattutto quando entrano in gioco le loro convenienze, le loro ricchezze, il loro prestigio, il loro potere e la loro fama. E questo succede in ogni tempo, da sempre.

torna su▲