Messaggio del 25 dicembre 2014

Cari figli! Anche oggi vi porto tra le braccia mio Figlio Gesù e cerco da Lui la pace per voi e la pace tra di voi. Pregate e adorate mio Figlio perché nei vostri cuori entri la sua pace e la sua gioia. Prego per voi perché siate sempre più aperti alla preghiera. Grazie per aver risposto alla mia chiamata.  

La profezia di de Foucauld: «Così l’islam ci dominerà» – di Charles de Foucauld

Forse nessun europeo è stato così vicino ai musulmani d’Africa come il beato Charles de Foucauld (1858-1916), che a loro ha dedicato la vita fino al martirio. A distanza di quasi cent’anni, una sua lettera a René Bazin, scritta due mesi prima della morte, suona come una vera profezia che fa riflettere. Eccola

Ritengo che se, lentamente, dolcemente, i musulmani del nostro impero coloniale del Nord Africa non si convertono, sorgerà un movimento nazionalista simile a quello della Turchia.

Gänswein, Papa e Chiesa. A tutto campo – di Marco Tosatti

Georg Gänswein con BenedettoGeorg Gänswein, segretario di papa Benedetto XVI, e Prefetto della Casa pontificia, nei giorni scorsi ha rilasciato una lunga intervista allo Schwäbische Zeitung, in cui con molto candore ha parlato di sé, del Pontefice regnante e della Chiesa tedesca. Chi è interessato può trovare qui l’originale .

Un papa che non s’era mai visto. Un po’ protestante – di Sandro Magister

ROMA, 22 luglio 2016 – Nell’allarmata lettera che tredici cardinali di cinque continenti si apprestavano a consegnare a papa Francesco all’inizio dell’ultimo sinodo, essi lo mettevano in guardia dal portare anche la Chiesa cattolica al “collasso delle chiese protestanti liberali nell’epoca moderna, accelerato dal loro abbandono di elementi chiave della fede e della pratica cristiana, in nome dell’adattamento pastorale”:

La giustificazione, Lutero, il Sinodo sulla famiglia: intervista a Mons. Antonio Livi – di Francesca Pannuti

LuteroCon l’approssimarsi delle commemorazioni per il quinto centenario delle 95 tesi affisse da Martin Lutero, è tornato d’attualità il tema della “giustificazione”, centrale per comprendere la divisione tra cattolici e luterani. Il tema è stato toccato dapprima dal papa emerito Benedetto XVI, con una intervista in occasione di un convegno proprio su questo argomento, e poi   da papa Francesco in una risposta durante la tradizionale conferenza stampa in aereo di ritorno dall’Armenia, il 26 giugno scorso.

San Trovaso, il paese dei preti – di Piero Gheddo

S. TrovasoLa Chiesa italiana lamenta la scarsità di vocazioni sacerdotali, ma la piccola parrocchia di San Trovaso (4.210 battezzati), frazione del Comune di Preganziol (Treviso), in meno di vent’anni (1998-2014) ha dato alla Chiesa 5 nuovi sacerdoti e oggi 12 seminaristi, uno ogni 360 battezzati! Com’è possibile? Molte le cause e coincidenze, lo Spirito Santo soffia come e dove vuole.

Cirinnà recidiva: una legge per mettere in galera chi vuole curare i bambini a non diventare gay – di Tommaso Scandroglio

Gay StLuca – nome di fantasia – è un maschietto che a 13 anni scrive a mamma e papà raccontando loro di sentirsi una femminuccia. I genitori decidono di assecondare il suo desiderio di “diventare” Lucia e quindi entra in psicoterapia, prende dei farmaci per bloccare il testosterone (per essere meno uomo) ed altri a base di estrogeni (per essere più donna). Intanto inizia a vestirsi da femminuccia.

La solitudine umana, il nichilismo dell’Occidente e il Jihad che ci minaccia e che, in 14 secoli, ha fatto circa 270 milioni di vittime

MARTIRI-CRISTIANI-950x600L’uomo della strage di Nizza, Mohamed Lahouaiej Bohlel, fino al 13 luglio era una persona comune, un tipo che non dava nell’occhio. Emigrato in Francia una decina di anni fa dalla Tunisia aveva un permesso di soggiorno che sarebbe scaduto nel 2019. “M’era sembrato molto tranquillo… forse un po’ triste”, dice la vicina di casa: “era sempre da solo… un’unica volta l’ho visto in compagnia del figli”.

ATTENTATO A NIZZA: DECINE DI MORTI

attentato a Nizza“E’ un attentato”, dice la polizia. Questa volta a Nizza, nel sud della Francia. Ci sono almeno 15 morti ma è un bilancio tragicamente provvisorio e i morti potrebbero essere molti di più (le ultime notizie affermano 60, ndr). Intorno alla mezzanotte il prefetto aggiorna i dati: “I morti sono trenta e cento i feriti”. Questa volta un camion ha travolto  la folla lungo la celebre Promenade des Anglais, sul lungomare, al termine dei fuochi d’artificio per i festeggiamenti del 14 luglio, festività nazionale fracese. Ci sarebbero anche molti feriti.

La crisi economica e sociale dell’Italia e dell’Europa è figlia della crisi spirituale tedesca (che, dopo aver affondato l’Italia, ora trascina anche la Chiesa nel suo baratro) – di Antonio Socci

L’euro in sé è un affare (come fu promesso) o una maledizione (come oggi appare)? Ci sono contrapposte opinioni. Ma parlano i fatti invece su come la moneta unica è stata concretamente realizzata e gestita. Il professor Mario Baldassarri, col suo Centro studi Economia reale, ha calcolato quanto ci è costata la politica della Banca centrale europea guidata – dal 2003 – da Jean-Claude Trichet in base ai diktat teutonici della Bundesbank, quelli che vogliono l’euro come un super-marco.

Critica alla Amoris laetitia di 45 teologi e filosofi cattolici di tutto il mondo – di Emmanuele Barbieri

amoris_laetitiaUn gruppo di 45 teologi, filosofi e pastori di anime di diverse nazionalità ha consegnato nei giorni scorsi al Cardinale Angelo Sodano, Decano del Sacro Collegio, una forte critica dell’Esortazione Apostolica post-sinodale Amoris laetitia . Nelle prossime settimane il documento, in diverse lingue, sarà fatto pervenire ai 218 Cardinali e ai Patriarchi delle Chiese Orientali, chiedendo loro di intervenire presso Papa Francesco per ritirare o correggere le proposizioni erronee del documento. La notizia è stata diffusa da Edward Pentin.

Caffarra: “Schönborn sbaglia, e questo è ciò che vorrei dire al Santo Padre” – di Sandro Magister

Card. CaffarraCosì inizia la folgorante intervista sulla “Amoris laetitia” del cardinale Carlo Caffarra alla studiosa tedesco-americana Maike Hickson, pubblicata l’11 luglio sul blog OnePeter5:

D. – Lei ha già parlato, in una recente intervista, dell’esortazione papale “Amoris laetitia” e ha detto che specialmente il capitolo 8 non è chiaro e ha già causato confusione anche tra i vescovi.

A Dio si deve obbedienza, non all’uomo. Non si può usare la coscienza per ignorare la verità – di Giacomo Biffi

Card. BiffiUn anno fa, l’11 luglio 2015, moriva il cardinale Giacomo Biffi, che – come lo ha definito recentemehte su queste colonne monsignor Luigi Negri – è stato «uno dei cristiani più grandi di questo secolo». Soprattutto le sue riflessioni teologiche e pastorali restano come punti di riferimento sempre attuali. Proprio per ricordarlo vogliamo proporre una selezione di suoi interventi sul rapporto tra coscienza e verità, tema che ha tenuto banco nel recente dibattito sinodale e continua tuttora. Certi che saranno ancora di edificazione per quanti desiderano sinceramente seguire Cristo. (Selezione a cura di Alessandro Martinetti)

Global Warming, un documentario smaschera la truffa – di Marco Respinti

ambienteChe la Terra si stia drammaticamente riscaldando per colpa dell’attività umana è una bugia, anzi una truffa. S’intitola proprio così, The Great Global Warming Swindle, un documentario piuttosto celebre trasmesso l’8 marzo 2007 dall’emittente televisiva britannica Channel 4 e facilmente reperibile in Internet. Oggi, grazie all’Associazione Piceno Tecnologie che si occupa di scienza e sviluppo a misura d’uomo, il documentario, diretto dal produttore e regista televisivo Martin Durkin, è disponibile per tutti anche con sottotitoli in italiano

Là dove la bellezza spazza via la dittatura del relativismo – di Antonio Socci

Cosa cercava quel milione e mezzo di persone che ha percorso la passerella allestita sul lago d’Iseo dal bulgaro Christo Vladimirov Javacheff? L’emozione di uno spaesamento, di un’illusionistica abolizione delle consuete leggi fisiche. Qualcosa che provoca sensazioni analoghe al volo in aereo o alle montagne russe.

Il cardinale Christoph Schönborn e l’esplicito invito al sacrilegio – di Paolo Deotto

Christoph_SchonbornL’argomento “astuto” con cui le anime belle (chiamiamole così per delicatezza…) hanno fin qui giustificato le incredibili affermazioni contenute nella Amoris Laetitiae era questo: A.L. non è magistero, è “l’opinione” del Pontefice sulla famiglia. Affermazione grottesca, è chiaro, e in ogni caso contraddittoria, perché è ben singolare che un Pontefice possa avere una sua personale “opinione” su argomenti di Fede e di Dottrina.

“Ritorno a oriente”, il Papa vuole riformare la messa – di Lorenzo Bertocchi

Card. Robert SarahSecondo il Catholic Herald la proposta del cardinale Sarah alla conferenza “Sacra Liturgia” tenutasi a Londra in questi giorni, è la maggiore novità in campo liturgico dopo il Motu Proprio Summorum pontificum di Benedetto XVI. «E’ molto importante» ha detto il prefetto della Congregazione vaticana per il Culto divino «tornare al più presto possibile a un orientamento comune, di sacerdoti e fedeli insieme nella stessa direzione – verso est, o almeno verso l’abside – verso il Signore che viene. Vi chiedo di attuare questa pratica per quanto possibile».

Aborto, l’Italia vince in Europa

L’obiezione di coscienza per i medici italiani che non vogliono praticare interruzioni volontarie di gravidanza non si tocca. Prevista dalla legge 194 sull’aborto, messa in discussione in Europa da uno scellerato dossier della Cgil, il Consiglio d’Europa ha dato ragione al nostro paese: non siamo più sotto accusa, la libertà dei medici è salva.
Il dossier della Cgil era senza senso: in Italia si praticano centomila aborti l’anno e non esiste un solo caso di una donna che non sia riuscita ad abortire perché non ci fossero medici disponibili alla bisogna.

Vatileaks 2: Condannati Vallejo e Chaouqui, prosciolti Nuzzi e Fittipaldi

fittipaldi_nuzziDue condanne per Lucio Angel Vallejo Balda e Francesca Immacolata Chaouqui, ma solo per alcuni reati e per la Chaouqui inoltre la pena è sospesa, prosciolti i due giornalisti Gianluigi Nuzzi e Emiliano Fittipaldi, assolto Nicola Maio «per non aver commesso il fatto». 

Italia 2031, fine dei matrimoni in chiesa – di Tommaso Scandroglio

matrimonioEntriamo nella macchina del tempo, impostiamo come anno per il nostro viaggio temporale il 2031, giriamo per tutte le chiese di Italia e infine diamo un’occhiata in bacheca dove sono esposti, nell’albo parrocchiale, gli annunci matrimoniali. Quello spazio sarà vuoto. Questo è almeno quanto sostiene una ricerca del Censis chiamata in modo significativo “Non mi sposo più”. Il 2031 sarebbe dunque il ground zero dei matrimoni religiosi, l’anno in cui in Italia non si celebreranno più matrimoni in chiesa.

Il Corano brandito come arma di guerra – di Valentina Colombo

“Invero lo abbiamo fatto scendere nella Notte del Destino. E chi potrà farti comprendere cos’è la Notte del Destino? La Notte del Destino è migliore di mille mesi. In essa discendono gli angeli e lo Spirito, con il permesso del loro Signore, per [fissare] ogni decreto. È pace, fino al levarsi dell’alba.”

torna su▲