Messaggio del 25 dicembre 2014

Cari figli! Anche oggi vi porto tra le braccia mio Figlio Gesù e cerco da Lui la pace per voi e la pace tra di voi. Pregate e adorate mio Figlio perché nei vostri cuori entri la sua pace e la sua gioia. Prego per voi perché siate sempre più aperti alla preghiera. Grazie per aver risposto alla mia chiamata.  

Papa Francesco. Udienza generale del 28 gennaio 2015: La Famiglia – 3. Padre

Udienza generaleCari fratelli e sorelle, buongiorno!
Riprendiamo il cammino di catechesi sulla famiglia. Oggi ci lasciamo guidare dalla parola “padre”. Una parola più di ogni altra cara a noi cristiani, perché è il nome con il quale Gesù ci ha insegnato a chiamare Dio: padre.

Maria Simma: tutto quello che mi hanno svelato le anime del Purgatorio.

Salvati da Auschwitz, proprio dietro il Pantheon – di Paweł Rytel-Andrianik

MenorahROMA, 26 Gennaio 2015 (Zenit.org) – In via di Santa Chiara a Roma, alle spalle del Pantheon è situato il Pontificio Seminario Francese. Con più di 160 anni di storia trascorsi nel cuore della Capitale, questo seminario vanta un grande passato a cui ora si aggiunge un altro prezioso tassello. Recentemente è stato scoperto che nonostante le minacce ed i rischi di una Roma occupata dai nazisti, nel seminario francese sono stati nascosti profughi e perseguitati, tra cui 50 persone di religione ebraica.

Famiglia, terrorismo, lavoro, corruzione: movimenti e associazioni appoggiano Bagnasco

BagnascoROMA, 26 Gennaio 2015 (Zenit.org) – Al centro dell’attenzione dell’ultima prolusione del cardinale Angelo Bagnasco, al Consiglio Permanente della CEI, vi è “il bene dell’uomo e la protezione della famiglia come “baricentro esistenziale da preservare”. Lo sottolinea in un comunicato stampa, Salvatore Martinez, da poco rieletto presidente nazionale del Rinnovamento nello Spirito Santo.

Francesco accoglie il trans che si sentiva emarginato dalla Chiesa spagnola

FrancescoPapa Francesco ha ricevuto sabato scorso in udienza privata in Vaticano un transessuale spagnolo, accompagnato dalla fidanzata. Ne dà notizia il quotidiano iberico Hoy (26 gennaio), secondo il quale Diego Neria Lejarraga, 48enne originario di Plasencia in Extremadura, aveva scritto tempo fa al Papa raccontando la sua drammatica vicenda personale e religiosa, e spiegando, riporta Avvenire (26 gennaio) che dopo il cambio di sesso avvenuto 8 anni fa si era sentito escluso dalla Chiesa. Il Papa gli avrebbe quindi telefonato due volte in dicembre e sabato scorso l’ha ricevuto a Santa Marta.

Un argine contro la depenalizzazione dell’incesto

topicUna diciottenne sta pianificando le sue nozze. Il promesso sposo, scrive il New York Times Magazine, è il padre biologico, quello che l’ha concepita quando era uno studente universitario: la storia con la madre della ragazza non è andata, e i due si sono lasciati prima che lei partorisse. La donna, riporta il blog la 27esimaora del Corriere.it (22 gennaio) aveva problemi psicologici e così la bambina è stata affidata ai nonni fino all’età di due anni e poi di nuovo alla madre.

Messaggio da Medjugorje del 25 gennaio 2015

Madonna di Tihaljina“Cari figli! Anche oggi vi invito:  vivete nella preghiera la vostra vocazione. Adesso, come mai prima, Satana desidera soffocare con il suo vento contagioso dell’odio e dell’inquietudine l’uomo e la sua anima. In tanti cuori non c’è gioia perché non c’è Dio ne la preghiera. L’odio e la guerra crescono di giorno in giorno. Vi invito, figlioli, iniziate di nuovo con entusiasmo il cammino della santità e dell’amore perché io sono venuta in mezzo a voi per questo. 

Papa Francesco: Angelus del 25 gennaio 2015 – Testo integrale

Papa Francesco2Cari fratelli e sorelle buongiorno,
il Vangelo di oggi ci presenta l’inizio della predicazione di Gesù in Galilea. San Marco sottolinea che Gesù cominciò a predicare «dopo che Giovanni [il Battista] fu arrestato» (1,14). Proprio nel momento in cui la voce profetica del Battezzatore, che annunciava la venuta del Regno di Dio, viene messa a tacere da Erode, Gesù inizia a percorrere le strade della sua terra per portare a tutti, specialmente ai poveri, «il Vangelo di Dio» (ibid.).

Francesco: per l’unità dei Cristiani no particolarismi. E il Papa ricorda “l’ecumenismo del sangue”

Unità dei cristianiFermarsi e ascoltarsi. E’ questa la via indicata dal Papa per la piena unità dei Cristiani, durante la celebrazione dei Vespri di questa sera nella basilica di San Paolo fuori le mura a Roma. L’occasione è stata la conclusione della Settimana di Preghiera per l’Unità dei Cristiani. Il Papa ha ricordato i “nostri martiri di oggi”, “perseguitati e uccisi perché Cristiani”. Il pontificato di Francesco si caratterizza anche per la ricerca dell’unità tra i Cristiani.

La mia risposta alla canonista sulla validità del conclave 2013 – di Antonio Socci

Antonio SocciCi sono due insistenti messaggi che mi arrivano da Oltretevere. Il primo è questo: “Al Conclave è successo di tutto”. Questa voce c’entra – lo vedremo dopo – col secondo messaggio che filtra: “Ormai abbiamo le mani nei capelli”. Una battuta pronunciata da chi era, all’inizio, “bergogliano” e che riguarda il recente viaggio in Asia, ma non solo.

La benedizione del Santissimo che placò uno tsunami

chile-tsunamiLo tsunami del 2010 che ha raggiunto la costa del Cile dopo un terremoto provocato dal movimento delle placche continentale e oceanica è un tipo di evento che si ripete da secoli in diversi luoghi del pianeta. Vari decenni fa, nella piccola isola colombiana di Tumaco, quello che è accaduto con uno tsunami ha insegnato agli abitanti che Dio, presente nel Santissimo Sacramento, agisce quando i suoi sacerdoti e fedeli lo invocano con amore e fede.

I Misteri di Civitavecchia (Madonnina di Civitavecchia)

Udienza Generale del 21 gennaio 2015: Viaggio Apostolico in Sri Lanka e Filippine – Testo integrale

Udienza generaleCari fratelli e sorelle, buongiorno.
Oggi mi soffermerò sul viaggio apostolico in Sri Lanka e nelle Filippine, che ho compiuto la scorsa settimana. Dopo la visita in Corea di qualche mese fa, mi sono recato nuovamente in Asia, continente di ricche tradizioni culturali e spirituali. Il viaggio è stato soprattutto un gioioso incontro con le comunità ecclesiali che, in quei Paesi, danno testimonianza a Cristo: le ho confermate nella fede e nella missionarietà.

I figli nella dottrina della Chiesa cattolica

“La Sacra Scrittura e la pratica tradizionale della Chiesa vedono nelle famiglie numerose un segno della benedizione divina e della generosità dei genitori”.

(Catechismo della Chiesa Cattolica, n. 2373)

Arcivescovo di Nyamey: voi pubblicate vignette, qui bruciano le chiese

Comunità cristiana sotto shock in Niger: circa 45 chiese sono state attaccate e bruciate da estremisti islamici in segno di protesta per le vignette pubblicate da Charlie Hebdo su Maometto. Almeno 10 i morti. Secondo una fonte umanitaria, alcune donne cristiane sarebbero state stuprate. Il ministro degli Interni ha denunciato la presenza di bandiere del gruppo islamista Boko Haram alla manifestazione che si è svolta a Zinder, una citta vicina al confine con la Nigeria.

Contro le caricature di Maometto, in Cecenia “la più vasta manifestazione di sempre”

RUSSIA_CeceniaMosca (AsiaNews) – In Cecenia, il 19 gennaio, si è svolta la manifestazione popolare “più grande della storia del Caucaso del Nord”, area a maggioranza musulmana. Oltre 800mila persone, secondo dati ufficiali, hanno sfilato per le strade del centro di Grozny, guidati da autorità politiche e religiose, per protestare contro le vignette su Maometto, pubblicate dal giornale francese Charlie Hebdo.

Voltaire, padre (illegittimo) della tolleranza – di Giuliano Guzzo

Eugenio Scalfari e Michela Marzano, domenica scorsa, si sono lanciati in un’apologia di François-Marie Arouet (1694–1778), più noto come Voltaire, il primo presentandolo fra i massimi «campioni di libertà», la seconda sottolineando come costui, nella sua opera, faccia «non solo l’elogio della ragione,ma anche della dolcezza» (La Repubblica, 19/1/2015, p.47).

Papa: Filippini mi hanno commosso. Forse in Africa a fine anno – Testo integrale della conferenza stampa

Un bilancio dell’intensa visita nelle Filippine e una serie di considerazioni su temi di grande rilievo pubblico: dalla corruzione nelle istituzioni civili ed ecclesiali al problema della “colonizzazione ideologica”, dalla teoria del gender al tema della contraccezione.

Minacce dirette all’Italia dal più estremista imam britannico – Video

Anjem ChoudaryIl giornalista della Rai Stefano Tura ha intervistato in esclusiva Anjem Choudary, imam di origine pakistana considerato il più pericoloso fra gli integralisti britannici. Choudary ha ribadito il concetto che chi offende il Profeta è condannato a morte.  Citando il Papa ha spiegato che se uno vede offesa la madre o la sorella ha diritto di tirare un pugno e perciò, rapportando l’offesa a Maometto, è giustificato l’uccidere.

Uno strano schiamazzo – di Vittorio Messori

Vittorio MessoriSono convinto che il credente, soprattutto se scrive di cose direttamente religiose, abbia dei doveri verso i suoi lettori. Dovere, innanzitutto, di rassicurarli che colui i cui scritti prendono sul serio può, a sua volta, essere preso sul serio. Dovere, dunque, di spiegare che cosa si è voluto dire, perché lo si è detto e (in caso di contestazione) perché si pensa, in coscienza, di non avere sbagliato.

torna su▲