Messaggio del 25 dicembre 2014

Cari figli! Anche oggi vi porto tra le braccia mio Figlio Gesù e cerco da Lui la pace per voi e la pace tra di voi. Pregate e adorate mio Figlio perché nei vostri cuori entri la sua pace e la sua gioia. Prego per voi perché siate sempre più aperti alla preghiera. Grazie per aver risposto alla mia chiamata.  

Omelia del Santo Padre durante la S. Messa per l’incontro mondiale delle famiglie

Domenica, 3 giugno 2012 – Solennità della Santissima Trinità

Venerati Fratelli, Illustri Autorità, Cari fratelli e sorelle!

E’ un grande momento di gioia e di comunione quello che viviamo questa mattina, celebrando il Sacrificio eucaristico. Una grande assemblea, riunita con il Successore di Pietro, formata da fedeli provenienti da molte nazioni.

Messa del Santo Padre a Milano: un milione di pellegrini

Numerosissime anche le autorità arrivate per ascoltare la Messa celebrata da Papa Benedetto XVI. In prima fila sono seduti tra gli altri il premier Mario Monti, il ministro della Cultura Ornaghi, il ministro Riccardi. Ci sono poi Maurizio Lupi, Rosi Bindi, Umberto Bossi, il presidente di Confindustria Squinzi, il segretario della Cisl Bonanni, tutte le autorità locali: il governatore lombardo Formigoni, il presidente della Provincia di Milano Podestà e il sindaco Giuliano Pisapia.

Fonte: Agenzia ANSA

Non siete fuori della Chiesa: riflessioni sulle parole del Papa ai separati e divorziati.

Tra i messaggi più significativi lanciati da Benedetto XVI all’Incontro mondiale delle famiglie di Milano c’è sicuramente il rinnovato sostegno della Chiesa alle famiglie segnate da esperienze di fallimento e separazione. Dal Papa anche l’invito alle diocesi a realizzare iniziative di accoglienza e vicinanza. Sui frutti che si potranno raccogliere da questa esortazione del Papa, Alessandro Gisotti ha intervistato don Carlino Panzeri, responsabile della pastorale familiare della diocesi di Albano, da molti anni impegnato nell’accoglienza e vicinanza ai separati

Più lo criticano e più la gente corre ad ascoltarlo

Lo criticano, tradiscono la sua fiducia, alcuni danno scandalo con i loro comportamenti, qualcuno propone addirittura le sue dimissioni, ebbene, proprio nel momento che sembra peggiore, il Papa Benedetto XVI ha mostra ai popoli del mondo le ragioni, la bellezza, e la forza rigeneratrice del cristianesimo.

Hanno detto di Lui che è troppo anziano per guidare e rinnovare la Chiesa, che è troppo accademico per farsi capire dalle genti, che è troppo dogmatico per dialogare con la modernità, che è troppo debole per contrastare i tradimenti, la corruzione, la perdita di fede.

Fonte: Zenit

Alghero: Bebbe Grillo sbeffeggia il Papa

ANSA del 3 giugno 20012

Beppe Grillo aizza la folla di una piazza gremita nel centro di Alghero, accompagnato da un gruppo musicale, con battute sulla religione e sulla visita del Papa a Milano.

Cos’è l’8 per mille e perché è un bene per tutti gli italiani

Come ha fatto la Caritas ad aiutare gli aquilani che dovevano finire di pagare il mutuo per una casa distrutta che non c’era più? Da dove sono stati tirati fuori i 32 milioni di euro che gli hanno permesso di ripartire? Come può la Caritas fornire il suo aiuto fondamentale agli sfollati dell’Emilia? Da dove viene il milione di euro già devoluto dalla Cei ai terremotati?

Fonte: Tempi.it

 

CEI: altri due milioni per i terremotati

Comunicato dell’Ufficio Nazionale per le comunicazioni sociali

La Presidenza della Conferenza Episcopale Italiana, dopo il primo stanziamento di un milione di euro, destina all’emergenza altri due milioni, prelevandoli dai fondi per l’otto per mille. Tutte le comunità ecclesiali sono coinvolte nella Colletta nazionale del prossimo 10 giugno.

Vaticano: iniziato l’interrogatorio formale di Paolo Gabriele

Briefing in gran parte tecnico oggi nella Sala Stampa della Santa Sede per la vicenda della diffusione di documenti riservati vaticani. Insieme al direttore, padre Federico Lombardi, a spiegare alcune questioni di carattere giuridico ai giornalisti c’era il prof. Paolo Papanti-Pelletier, giudice del Tribunale dello Stato della Città del Vaticano.

Burke: «Cattolici, non è tempo di tacere!»

È necessario prendere la via audace. L’unica accettabile e indicata da sempre da Giovanni Paolo II prima e da Benedetto XVI poi davanti alla negazione dei princìpi non negoziabili. L’aborto è la violazione di un diritto inviolabile della persona. Non si può rimanere silenziosi di fronte a una legge che lo permette, non ha senso parlare di male minore davanti a un omicidio. Per quanto riguarda l’esito politico di tale azione è difficile fare previsioni, ma se non si comincia non lo sapremo mai.

Siria. La denuncia del patriarca Gregorio III: “Cristiani vittime del clima di terrore”

Rapimenti notturni con pagamenti di riscatti fino a 200mila dollari, case confiscate o fatte saltare in aria da parte di bande sunnite, continue incursioni nei quartieri cattolici e fedeli cristiani usati come scudi umani durante gli scontri tra ribelli ed esercito. È quanto sta subendo la comunità cristiana in Siria a causa del caos della guerra civile in corso.

Notificazione della Dottrina della Fede sul libro di una suora americana

Con una Notificazione diffusa oggi sul libro “Just Love. A Framework for Christian Sexual Ethics” di suor Margaret A. Farley, la Congregazione per la Dottrina della Fede esprime “profondo rammarico” per il fatto che un membro di un Istituto di vita consacrata “affermi posizioni in diretto contrasto con la dottrina cattolica nell’ambito della morale sessuale”. La Notificazione, che non è accompagnata da alcuna sanzione, arriva dopo uno scambio di lettere con la stessa religiosa appartenente alle Sisters of Mercy of the Americas, nelle quali si chiedeva a suor Farley una correzione delle “tesi inaccettabili” contenute nel suo libro. Ma le sue risposte non hanno chiarito adeguatamente i problemi presenti nel testo. Quindi i membri della Congregazione hanno deciso di pubblicare questo documento.

Slovacchia: appello per la difesa del matrimonio tradizionale

L’Istituto per i diritti umani e le politiche familiari (www.hfi.sk) della Slovacchia ha rivolto un appello alle autorità pubbliche slovacche per un maggior impegno in difesa del matrimonio.

Nel testo si sottolinea che la “famiglia, fondata sul matrimonio tra un uomo e una donna come luogo in cui i figli nascono e crescono, è una cellula insostituibile della società”. Secondo i rappresentanti dell’Istituto, “il matrimonio merita un posto di primo piano, nonché il rispetto e la protezione di ogni persona e istituzione, Stato incluso”.

Fonte: Corrispondenza romana

Mobilitazione in Gran Bretagna contro la legalizzazione delle unioni omosessuali

Si accende il dibattito sul matrimonio in Inghilterra e le ipotetiche nuove norme in materia. Il Governo britannico ha avviato una consultazione, sulla modifica della definizione stessa dell’istituto matrimoniale, che si chiuderà il prossimo 15 giugno. Tra le ipotesi sul tappeto c’è anche quella di arrivare entro il 2015 a una legalizzazione delle unioni tra persone dello stesso sesso.

Altri 17 Pastori Anglicani accolti nell’Ordinariato voluto da Benedetto XVI

Diciassette ex pastori anglicani sono stati ordinati diaconi sabato 26 maggio nella cattedrale di Westminster, la chiesa madre dell’anglicanesimo a Londra.

A presiedere alla cerimonia il vescovo Alan Hopes che ha ricevuto l’incarico da mons. Ketih Newton, responsabile dell’Ordinariato personale di Nostra Signora di Walsingham, avviato nel 2011 da Benedetto XVI per consentire agli anglicani di entrare in piena comunione con la Chiesa cattolica mantenendo molte delle loro tradizioni e del loro retroterra culturale.

Discorso di Benedetto XVI in Piazza Duomo a Milano

Signor Sindaco,  Distinte Autorità, Venerati Fratelli nell’Episcopato e nel sacerdozio, Cari fratelli e sorelle dell’Arcidiocesi di Milano!
Saluto cordialmente tutti voi qui convenuti così numerosi, come pure quanti seguono questo evento attraverso la radio e la televisione. Grazie per la vostra calorosa accoglienza!

Discorso del Santo Padre alle Autorità – 2 giugno 2012

Illustri Signori!

Vi sono sinceramente grato per questo incontro, che rivela i vostri sentimenti di rispetto e di stima verso la Sede Apostolica e, in pari tempo, consente a me, in qualità di Pastore della Chiesa Universale, di esprimere a voi apprezzamento per l’opera solerte e benemerita che non cessate di promuovere per un sempre maggiore benessere civile, sociale ed economico delle laboriose popolazioni milanesi e lombarde.

Omelia del Santo Padre alla recita dell’ora media – 2 giugno 2012

Cari Fratelli e Sorelle!

Ci siamo raccolti in preghiera, rispondendo all’invito dell’Inno ambrosiano dell’Ora Terza: «E’ l’ora terza. Gesù Signore sale ingiuriato la croce». E’ un chiaro riferimento all’amorosa obbedienza di Gesù alla volontà del Padre.

L’Osservatore Romano: un inserto al femminile

Per la prima volta in una storia ultracentenaria, da oggi “L’Osservatore Romano” pubblicherà, nel numero dell’ultimo giovedì di ogni mese, un inserto femminile. Quattro pagine interamente a colori, ideate e curate con passione e gentile determinazione da alcune colleghe, per allargare lo sguardo del giornale della Santa Sede a “donne, Chiesa, mondo”.

Discorso del Santo Padre ai cresimandi – 2 giugno 2012

Cari ragazzi e ragazze!

E’ una grande gioia per me potervi incontrare durante la mia visita alla vostra Città. In questo famoso stadio di calcio, oggi i protagonisti siete voi! Saluto il vostro Arcivescovo, il Cardinale Angelo Scola, e lo ringrazio per le parole che mi ha rivolto.

Benedetto XVI : falsata l’immagine della Santa Sede

Gli avvenimenti successi in questi giorni, circa la Curia e i miei collaboratori, hanno recato tristezza nel mio cuore, ma non si è mai offuscata la ferma certezza che, nonostante la debolezza dell’uomo, le difficoltà e le prove, la Chiesa è guidata dallo Spirito Santo e il Signore mai le farà mancare il suo aiuto per sostenerla nel suo cammino. Si sono moltiplicate, tuttavia, illazioni, amplificate da alcuni mezzi di comunicazione, del tutto gratuite e che sono andate ben oltre i fatti, offrendo un’immagine della Santa Sede che non risponde alla realtà.

torna su▲