Messaggio del 25 dicembre 2014

Cari figli! Anche oggi vi porto tra le braccia mio Figlio Gesù e cerco da Lui la pace per voi e la pace tra di voi. Pregate e adorate mio Figlio perché nei vostri cuori entri la sua pace e la sua gioia. Prego per voi perché siate sempre più aperti alla preghiera. Grazie per aver risposto alla mia chiamata.  

Dignity Watch denuncia il finanziamento della UE ad associazioni abortiste

Milioni di euro dei contribuenti europei utilizzati per politiche contrarie al diritto alla vita e alla famiglia naturale

 

di Antonio Gaspari

Fonte:   Zenit

VIA CRUCIS: PAROLE DEL SANTO PADRE BENEDETTO XVI

Venerdì Santo, 6 aprile 2012

Cari fratelli e sorelle,

abbiamo rievocato, nella meditazione, nella preghiera e nel canto, il cammino di Gesù sulla via della Croce: una via che sembrava senza uscita e che invece ha cambiato la vita e la storia dell’uomo, ha aperto il passaggio verso i «cieli nuovi e la nuova terra» (cfr Ap 21,1). Specialmente in questo giorno del Venerdì Santo, la Chiesa celebra, con intima adesione spirituale, la memoria della morte in croce del Figlio di Dio, e nella sua Croce vede l’albero della vita, fecondo di una nuova speranza.

La rivolta messicana nel nome di Cristo Re

I “cristeros” messicani (1926-1929) di Oscar Sanguinetti

 

 

 

Veglia Pasquale: Omelia del Santo Padre

Sabato Santo, 7 aprile 2012
 

Cari fratelli e sorelle!

Pasqua è la festa della nuova creazione. Gesù è risorto e non muore più. Ha sfondato la porta verso una nuova vita che non conosce più né malattia né morte. Ha assunto l’uomo in Dio stesso.

Il Risorgimento nelle profezie di Don Bosco

Le profezie «politiche» di san Giovanni Bosco, di Vittorio MESSORI.

I giovani collaboratori e allievi  avevano appuntato come alla fine del 1860 Don Bosco si fosse lasciato andare a una delle sue profezie: “L’anno prossimo morirà un gran personaggio, un famoso diplomatico, se ne parlerà in tutta Europa come di un fatto gravissimo”.

La verità su Giuseppe Garibaldi

Giuseppe Garibaldi nacque a Nizza il 4 luglio 1807 e morì a Caprera il 2 giugno del 1882. Il personaggio, esaltato come eroe dalla storiografia dell’attuale regime, era in realtà di ben diversa levatura.

I Mille: una poco gloriosa spedizione

Garibaldi e i suoi uomini commisero crimini efferati eppure la Rai sembra ignorarlo

La verità sulla Breccia di Porta Pia

A volte ritornano…” e sono sempre loro, i falsi miti, le storie mistificate, gli eroi finti del nostro Risorgimento.

Risorgimento e Massoneria

L’opera della massoneria nel Risorgimento italiano. Iniziata con Napoleone e terminata con la distruzione dello Stato pontificio. Sempre condannata dal magistero.

1861, la Chiesa nel mirino

«Tutte le fonti dell’800, sia di parte cattolica che di parte massonica, dicono la stessa cosa: che la fine del potere temporale del papato era l’obiettivo di forze internazionali legate al protestantesimo e alla massoneria per distruggere la Chiesa».

Il giudice e l’eretico. Studi sull’Inquisizione romana

 Uno studio dello storico italo-americano John Tedeschi descrive l’organizzazione e le procedure adottate dall’Inquisizione romana per la salvaguardia della fede cattolica e nella lotta contro l’eresia, sfatando numerosi luoghi comuni – soprattutto relativi all’arbitrarietà e alla severità dei tribunali inquisitoriali – ed evidenziando i limiti d’interpretazioni purtroppo sedimentate nell’immaginario collettivo.

L’Inquisizione medievale

È opinione comune che il tribunale dell’Inquisizione sia stato lo strumento ordinario utilizzato dalla Chiesa cattolica per combattere l’eresia, di Francesco Pappalardo 

 

Fonte:  Voci per un Dizionario del Pensiero Forte, Alleanza cattolica

La mite Inquisizione

Non v’è dubbio che l’Inquisizione sia ancora oggi uno degli istituti più demonizzati della storia, di quella della Chiesa in particolare. I libri scolastici la descrivono come strumento efficace, spietato ed infallibile, utilizzato dal Papato per affermare la propria egemonia e per condannare al rogo eretici e miscredenti.

La verità su Galileo Galilei

Galileo GalileiStando a un’inchiesta del Consiglio d’Europa tra gli studenti di scienze in tutti i Paesi della Comunità, quasi il 30 per cento è convinto che Galileo Galilei sia stato arso vivo dalla Chiesa sul rogo. La quasi totalità (il 97 per cento) è comunque convinta che sia stato sottoposto a tortura. Coloro – non molti, in verità – che sono in grado di dire qualcosa di più sullo scienziato pisano, ricordano, come frase “sicuramente storica”, un suo “Eppur si muove!”, fieramente lanciato in faccia, dopo la lettura della sentenza, agli inquisitori convinti di fermare il moto della Terra con gli anatemi teologici.

La verità sulle leggende dei Templari

La leggenda templare massonica e la realtà storica – di Marco Tangheroni

L’Inquisizione spagnola

È ormai certo che in Spagna fu proprio l’Inquisizione - dopo una prima incontrollata diffusione di timori popolari e di repressione statale – a impedire lo sviluppo di una vera e propria caccia alle streghe, così come è poco noto che a Roma l’Inquisizione fece giustiziare per stregoneria una sola persona, nel 1424.

L’assoluzione di Galileo – di Rino Cammilleri

Galileo GalileiSul Sole 24ore del 22 gennaio 2012 è comparsa, a firma di Massimo Bucciantini, una recensione al libro di Antonio Beltràn Marì Talento e potere. Storia delle relazioni tra Galileo e la Chiesa cattolica (Tropea), dal titolo «Galileo né devoto né pio.»  Per ironia della sorte, proprio nello stesso anno in cui a Roma si riabilitava solennemente Galileo e lo si consacrava uomo di scienza e di fede, a Padova un insigne studioso francescano, padre Antonino Pioppi, pubblicava alcuni documenti dell’Archivio di Stato di Venezia relativi a una denuncia contro Galileo e l’eterodosso filosofo aristotelico Cesare Cremonini.

Galileo non subì nessuna tortura – di Rino Cammilleri

Galileo GalileiRimango sempre un po’ perplesso quando vengono date eccessive responsabilità alla Chiesa Cattolica sul caso Galileo. È chiaro che quello che era in gioco era l’unità del sapere e non l’ astronomia, e la Chiesa da secoli garantiva quest’unità culturale. Per S. Tommaso ogni oggetto esige un suo metodo (Summa Theologica II,II q.1), ma i diversi campi del sapere hanno un significato unico: non a caso la cultura cristiana medievale si esprime nell’ università (un verso unico).

Galileo non è stato in carcere, né è morto sul rogo

Galileo GalileiROMA, martedì, 9 giugno 2009 (ZENIT.org).- L’Organizzazione delle Nazioni Unite ha dichiarato l’anno 2009 come Anno dell’astronomia, in occasione della commemorazione del quarto centenario della nascita del telescopio. Perché alcuni dicasteri della Chiesa e alcune istituzioni religiose si uniscono alle celebrazioni dell’Anno dell’astronomia proposto dalle Nazioni Unite?

La verità su Pio XII

Intervista a Padre Peter Gumpel S.J.,  postulatore della causa di beatificazione di Pio XII

torna su▲