Messaggio del 25 dicembre 2014

Cari figli! Anche oggi vi porto tra le braccia mio Figlio Gesù e cerco da Lui la pace per voi e la pace tra di voi. Pregate e adorate mio Figlio perché nei vostri cuori entri la sua pace e la sua gioia. Prego per voi perché siate sempre più aperti alla preghiera. Grazie per aver risposto alla mia chiamata.  

Halloween. Noi stiamo con Dio, ridiamoci sopra.

Lutero, maestro d’odio – di Giuliano Guzzo

Martin LuteroC’è da rimanere seriamente colpiti per l’innamoramento che, da qualche tempo, nella Chiesa cattolica si manifesta nei confronti di Martin Lutero, figura la cui riabilitazione è opportuna – si dice – perché le «sue intenzioni erano buone». «Buone» in che senso? E’ lecito chiederselo dal momento che, a rileggere i suoi scritti, si rimane colpiti da un odio che risuona, in più passaggi, incontenibile.

Gli orchi stanno tornando

ArduinA distanza di otto anni da Gli ultimi incantesimi (Salani 2009) e di cinque anni dall’Epilogo (Fanucci 2012), Silvana de Mari riaccende la saga degli «Ultimi» grazie ad Arduin il Rinnegato, il suo nuovo, avvincente romanzo, in uscita nelle librerie per le Edizioni Ares dal 16 novembre. Gli orchi stanno tornando a minacciare la Terra degli Uomini e con essi tornano in scena i maghi e i draghi, gli elfi e i nani che popolano l’universo fantastico dell’Autrice.

Europa, una tranquilla apostasia e la lezione polacca

Manuel, il bambino che parlava con Gesù Eucarestia – di Costanza Signorelli

manuelAnche se nella sua giovanissima vita non avesse parlato a tu per tu con Gesù, la storia di Manuel resterebbe senza alcun dubbio un prodigio meraviglioso. Un bambino che a soli quattro anni affronta la malattia come fosse un’inesauribile storia d’Amore con il suo Gesù. Un piccoletto che offre il suo dolore innocente sino al sangue per «convertire più anime possibili». Un fanciullo che a 9 anni nasce al Cielo in festa, così sicuro del Paradiso tanto da non vedere più i confini tra Cielo e terra.

Udienza generale del 25 ottobre 2017. Papa Francesco, dopo l’Inferno, ha abolito anche il Purgatorio

FrancescoLa Speranza cristiana – 38. Il paradiso, meta della nostra speranza

Cari fratelle e sorelle, buongiorno!

Questa è l’ultima catechesi sul tema della speranza cristiana, che ci ha accompagnato dall’inizio di questo anno liturgico. E concluderò parlando del paradiso, come meta della nostra speranza.

L’ignoranza della religione causa precipua dell’odierno rilassamento. Dall’enciclica “Acerbo Nimis” di S. Pio X

Pio XL’uomo inimico già da lunga stagione si aggira intorno a questo gregge (di Cristo), e lo va così insidiando con sottilissima astuzia, che or più che mai sembra verificato ciò che l’Apostolo prediceva ai maggiorenti della Chiesa di Efeso: «Io so che entreranno fra voi lupi rapaci che non perdoneranno all’ovile» (Act. XX, 29).
A Noi sembra di preferenza dover convenire che la radice precipua dell’odierno rilassamento e quasi insensibilità degli animi e dei gravissimi mali che quindi si derivano, ripongono nell’ignoranza delle cose divine.

Il silenzio che salva – di Fra Elia

S. Francesco - Andrea PozzoDeus cordis mei, et pars mea Deus in aeternum (Sal 72, 26). (trad. Ma Dio è la rocca del mio cuore e la mia parte per sempre)

Molte controversie risulterebbero meno intricate, così come si eviterebbero tante deviazioni, se tenessimo tutti presente un principio che, per grazia, compresi negli anni del liceo: le questioni che ci poniamo su Dio sono problemi per noi, ma non per Lui.

Sarah isolato e umiliato, ma combatte da solo – di Marco Tosatti

Card. SarahOra che il cardinale Gerhard Mūller non è più il Prefetto della Congregazione della Fede il nuovo bersaglio principale del gruppo di potere che agisce intorno al Pontefice regnante è il cardinale Robert Sarah, Prefetto della Congregazione per il Culto Divino. Il Pontefice nei giorni scorsi ha firmato una lettera di correzione a una nota che il cardinale Sarah gli aveva fatto pervenire e che era stata pubblicata da alcuni mass media in Italia, Francia e Spagna.

Liturgia: “Correctio paternalis” del Papa al cardinale Sarah – di Riccardo Cascioli

BergoglioL’interpretazione del cardinale Robert Sarah del Motu Proprio “Magnum Principium” non è corretta; lo spirito del documento pontificio è proprio quello di concedere per le traduzioni liturgiche quell’ampia autonomia e fiducia alle Conferenze episcopali che il cardinale Sarah vorrebbe limitare. A dirlo è proprio papa Francesco con una lettera autografa al prefetto della Congregazione per il Culto Divino e la Disciplina dei Sacramenti – il cardinale Sarah appunto – che qui pubblichiamo integrale su richiesta esplicita dello stesso Pontefice.

“Spaghetti con Gesù Cristo. La teologia di Bud Spencer” – di Francesco Filipazzi

coverSi può avere successo rimanendo se stessi, laddove per “se stessi” si intende onesti, un po’ sognatori, ancorati a valori positivi e, perché no, anche mantenendo un buon rapporto con Gesù Cristo? A vedere le cronache hollywoodiane di questi giorni parrebbe di no, perché denaro, successo, sesso e potere sembrano tentazioni troppo forti cui resistere. Eppure, qualcuno che nella baraonda della fama è riuscito a conservarsi sano e “salvo”, esiste. Uno di questi personaggi è il mitico Bud Spencer, in arte Carlo Pedersoli (o era il contrario?), morto l’anno scorso dopo aver raggiunto successi di ogni tipo, il più importante dei quali è (presumiamo) la salvezza della propria anima. 

Cose da fine del mondo. I “novissimi” secondo Francesco – di Sandro Magister

infernoSull’importante quotidiano “la Repubblica” di cui è fondatore, Eugenio Scalfari, autorità indiscussa del pensiero laico italiano, lo scorso 9 ottobre è tornato a riferire così quella che egli ritiene una “rivoluzione” di questo pontificato, raccolta dalla viva voce di Francesco nel corso dei frequenti colloqui che ha con lui: “Papa Francesco ha abolito i luoghi dove dopo la morte le anime dovrebbero andare: inferno, purgatorio, paradiso. La tesi da lui sostenuta è che le anime dominate dal male e non pentite cessino di esistere, mentre quelle che si sono riscattate dal male saranno assunte nella beatitudine contemplando Dio”.

Il Primate emerito della Polonia: “La dottrina non può cambiare, sulla comunione ai divorziati il Papa chiarisca” – di Bruno Volpe

2010 WROCLAW FOT. MACIEJ SWIERCZYNSKI / AGENCJA GAZETA“Amoris Laetitia? Va letta in continuità col Magistero di San Giovanni Paolo e la Familiaris Consortio, è necessario un chiarimento. Fede debole agevola islam”. Lo dice in questa intervista a La  Fede Quotidiana Monsignor Henryk Muszynski, arcivescovo emerito di Gniezno in Polonia, Primate Emerito della nazione e soprattutto ex Presidente della Kep, la Conferenza Episcopale polacca.

Operazione Dante, la Divina Commedia torna a vivere – di Andrea Zambrano

coverIl grande merito di Antonio Socci è quello di offrire una versione della Divina Commedia capace di invogliare alla lettura in versi tanto i navigati che l’hanno amata ai tempi del liceo, quanto i neofiti che, facendo scuole tecniche o professionali, non la conoscevano se non per sentito dire. Perché Socci fa rivivere l’esperienza di Dante Alighieri come una vera esperienza di conversione, in un cammino dagli abissi della ghiaccia fino alle superne rote del Cielo che ogni uomo fa. O ha fatto o farà, perché il destino umano è proprio questo: cercare la felicità eterna dopo aver sperimentato le secche del peccato. Non ci voleva un genio per riproporlo e disincagliare così la Commedia dalle incrostazioni didattiche di un secolo di scuola gentiliana e crociana. 

Con Maria per le strade di Londra. Per testimoniare pubblicamente chi è la vera Regina d’Inghilterra – Video

InghilterraLe suggestive immagini dell’annuale Crociata del Rosario, organizzata dal Brompton Oratory di Londra, che sabato scorso, 14 ottobre, si è celebrata con particolare solennità e partecipazione di fedeli per il centenario delle apparizioni di Fatima. Dopo la sua conversione al cattolicesimo, nel 1845, il futuro cardinale e oggi beato John Henry Newman divenne un oratoriano e portò in Inghilterra l’Oratorio di San Filippo Neri. La prima fondazione avvenne a Birmingham, poi un altro gruppo di convertiti guidato da padre Wilfrid Faber fondò l’Oratorio di Londra.

I papi e i gesuiti: quanti cartellini gialli – di Francesco Agnoli

MontiniC’è davvero tanta confusione, nella Chiesa, ma qualcuno in alto loco, nientemento che il segretario di stato, il cardinale Pietro Parolin, ha avuto il coraggio di dire che ora, forse, occorre il “dialogo”, perchè la Chiesa non è una caserma nè una teocrazia, ma una monarchia costituzionale, e, addirittura, elettiva. Non bisognerebbe scordare infatti che il papa stesso è sì un monarca, ma eletto dai confratelli cardinali, e che il Vangelo è la Costituzione che nessuno può violare.

Nigeria. Consacrazione della nazione alla Madonna, il 13 ottobre miracolo del sole

La notizia è confermata anche sulla pagina della Conferenza episcopale della Nigeria: il giorno 13 ottobre 2017, a Benin City, presenti i vescovi riuniti per il Congresso Nazionale Mariano, si è ripetuto il miracolo del sole come cento anni fa a Fatima. Il Paese era già stato riconsacrato al Cuore Immacolato di Maria e questo evento sembra proprio essere una risposta di benevolenza da parte del Cielo.

Supplica Filiale al Papa. 870 mila firme, 3 cardinali, 9 vescovi, oltre 600 preti

S. Pietro_statuaTempo fa venne proposta al Santo Padre una Supplica filiale, da non confondersi con la più recente Correzione filiale , riguardante la sacralità e l’indissolubilità del matrimonio. Oggi la supplica ha raggiunto numeri di tutto rispetto. Ciò ha spinto gli estensori della supplica a sottoporre una Dichiarazione, reperibile qui. Di seguito il comunicato.

13 ottobre 2017. Centenario dell’ultima apparizione della Madonna a Fatima con il miracolo del sole.

Rosario

I comunisti che piacciono al papa. E viceversa – di Sandro Magister

StainoNei giorni scorsi sono capitate a Roma un paio di cose curiose. E a loro modo istruttive. La prima è l’inizio della collaborazione ad “Avvenire“, il quotidiano della conferenza episcopale italiana, del disegnatore satirico Sergio Staino, con una striscia domenicale dal titolo “Hello, Jesus!” Qui la sorpresa sta nel fatto che Staino è comunista inossidabile, è stato “figlio dei fiori” e paladino del libero amore, è stato l’ultimo direttore, fino a pochi mesi fa, de “L’Unità”, il defunto quotidiano del partito comunista italiano e poi dei partiti che gli sono succeduti, ed è presidente onorario della UAAR, Unione Atei e Agnostici Razionalisti.

torna su▲