Messaggio del 25 dicembre 2014

Cari figli! Anche oggi vi porto tra le braccia mio Figlio Gesù e cerco da Lui la pace per voi e la pace tra di voi. Pregate e adorate mio Figlio perché nei vostri cuori entri la sua pace e la sua gioia. Prego per voi perché siate sempre più aperti alla preghiera. Grazie per aver risposto alla mia chiamata.  

Un ateo diventato sacerdote dopo aver letto il diario spirituale della moglie che ha pregato tutta la vita per lui

Elisabeth Leseur e o esposoElisabeth Arrighi Leseur (16 ottobre 1866-3 maggio 1914), nata Paulina Elisabeth Arrighi, è stata una mistica francese più nota per il suo diario spirituale e per la conversione del marito, Félix Leseur (1861-1950), medico e noto leader del movimento anticlericale e ateista francese. La causa per la beatificazione di Elisabeth Leseur è stata avviata nel 1934. Elisabeth nacque a Parigi in una facoltosa famiglia di origine corsa. Da bambina aveva avuto l’epatite, che tornò nel corso della sua vita con attacchi di gravità variabile.

Paolo Villaggio, ritratto di un ateo senza speranza – di Elisabetta Broli

FantozziI panni del ragionier Ugo Fantozzi – purtroppo patrimonio nazionale – li aveva smessi ormai da anni, e da anni viveva lontano dalle luci del cinema che, a detta della figlia Elisabetta, lo aveva dimenticato. Paolo Villaggio aveva 84 anni e un forte diabete che ieri mattina l’ha portato alla morte. Sui social l’omaggio del mondo della politica e dello spettacolo, Gentiloni, Renzi e Pieraccioni, Fabio Fazio, Benigni, Tognazzi, su facebook Anna Mazzamauro ha lasciato un messaggio come signorina Silvani: “Fantozzi, l’unico che mi abbia veramente amata”.

Il piccolo Charlie e noi – di Antonio Socci

la-vieLa tragedia del piccolo Charlie ha inquietato gli animi di tantissima gente, sia laici che cattolici. C’è oltretutto un sovrappiù di strazio, perché i genitori avrebbero almeno voluto portare a casa il bambino… Ieri, mano a mano che passavano le ore, un’onda di commozione e dolore ha attraversato tante coscienze, i telefoni dell’ambasciata britannica e la mail dell’ospedale sono stati intasati, tanto che ancora qualche giorno è stato concesso al bambino.

Un’intervista all’Arcivescovo Luis Francisco Ladaria Ferrer, per capire chi sia.

Mons.-LadariaDa l’Ancora online del 16 novembre 2016 – Presso l’Aula Magna dell’Istituto Teologico Marchigiano di Ancona ha avuto luogo l’inaugurazione del nuovo anno accademico. Per l’occasione è stato invitato a tenere una prolusione circa la giustificazione mediante la fede in rapporto al dialogo ecumenico, Mons. Luis Francisco Ladaria Ferrer, Segretario della Congregazione per la Dottrina della Fede. Abbiamo avuto modo di intervistarlo.

Il Papa nomina Ladaria prefetto della Congregazione per la dottrina della fede, succede al card. Müller

mons. Luis Francisco Ladaria FerrerPapa Francesco ha ringraziato il cardinale Gerhard Ludwig Müller alla conclusione del suo mandato quinquennale di Prefetto della Congregazione per la Dottrina della Fede e di Presidente della Pontificia Commissione “Ecclesia Dei”, della Pontificia Commissione Biblica e della Commissione Teologica Internazionale, ed ha chiamato a succedergli nei medesimi incarichi mons. Luis Francisco Ladaria Ferrer, arcivescovo titolare di Tibica, finora segretario della Congregazione per la Dottrina della Fede.

Festini gay in Vaticano e il cardinal Coccopalmerio

COCCOPALMERIO FrancescoFa discutere quanto è accaduto in questi giorni: un alto prelato è stato colto in flagrante nel corso di un’animata orgia a base di sesso e droga all’interno del Palazzo del Sant’Uffizio. Il Fatto quotidiano ne ha parlato per primo, 3 giorni fa, in questi termini: “..L’inquilino dell’appartamento, stando a quanto raccontano in Vaticano, è un monsignore che svolge le mansioni di segretario di un importante porporato a capo di un dicastero della Curia romana… In Vaticano bocche cucite o quasi sull’operazione delicatissima svolta dagli uomini comandati da Domenico Giani. Qualcuno si lascia scappare di essersi lamentato più volte per un continuo via vai dal portone di ingresso, la sera, di persone che erano abituali frequentatori del monsignore fermato.

Anche la Corte Europea vuole la morte di Charlie. Strada spianata all’obbligo di decesso per i malati – di Ermes Dovico

Charlie GardLa strada perché i malati vengano obbligati a morire è spianata. Con una decisione a maggioranza resa nota attraverso un comunicato stampa ieri pomeriggio e il cui testo completo sarà diffuso oggi, la Corte europea dei diritti dell’uomo (Cedu), composta nell’occasione da sette giudici, ha dato ragione ai tribunali britannici e stabilito che il Great Ormond Street Hospital può staccare il supporto vitale di Charlie Gard, il bambino di dieci mesi affetto da una rara malattia genetica, che i genitori Chris e Connie avrebbero voluto portare negli Stati Uniti per un trattamento sperimentale.

Sacerdoti alla gogna e giudizi di Dio.

S. Caterina esorta Gregorio XI a tornare a RomaInutile negare che il panorama offerto in questi tempi dalla classe clericale è quanto meno desolante. Lasciando in disparte le alte gerarchie ecclesiastiche, rinchiuse in un aureo empireo dove le logiche e i giochi di potere sono talmente contorti e imperscrutabili che il poco che filtra darebbe ragione alla fantasiosa letteratura sui segreti e i complotti vaticani, sono i semplici presbiteri, quelli a contatto con il popolo, ad apparire completamente insulsi e scipiti, quando non assurgono agli onori della cronaca per misfatti di natura morale e spesso anche penale.

L’arcivescovo tace, ma il parroco grida dai tetti

Chiesa di S. CaterinaIeri si è tenuta la presentazione del libro di Luxuria, evento patrocinato dal Comune di Sassari, in concomitanza del prossimo gay pride, davanti al Sagrato della Chiesa dedicata a Santa Caterina, la stessa Santa che disse: “Avete taciuto abbastanza. E’ ora di finirla di stare zitti! Gridate con centomila lingue. Io vedo che a forza di silenzio il mondo è marcito”

La morsa Lgbt sulle opinioni, Pillon a processo De Mari, Fanzaga, Ricci: è la fine della libertà? – di Marco Guerra

Simon PillonDire la verità costa sempre più caro come dimostra la battaglia a suon di denunce, querele, richiami e sanzioni disciplinari che sta colpendo professionisti di ogni tipo e semplici cittadini colpevoli di esprimere opinioni fuori dal coro sui temi antropologici e la sessualità. Ne sa qualcosa anche l’avvocato e membro del direttivo Family day Simone Pillon, il quale il 22 giugno scorso ha preso parte alla prima udienza filtro presso il Tribunale di Perugia nei due procedimenti penali che lo vedono imputato. 

Sulla scia di “chi sono io per giudicare?” diocesi americana nega sacramenti a omosessuali, compreso il rito funebre

mons. PaprockiUn Vescovo dell’Illinois, ha rilasciato le linee guida circa i matrimoni tra persone dello stesso sesso, che possono limitare notevolmente la partecipazione nelle Parrocchie della Sua Diocesi. Il Vescovo Thomas Paprocki di Springfield ha emesso all’inizio di questo mese un “Decreto sul Matrimonio omosessuale ”, che istruisce i cattolici gay e lesbiche insieme a gli operatori pastorali su diversi aspetti della vita ecclesiale.

BUX: crisi, divisioni, apostasia. É necessaria una professione di fede del Papa. Come Paolo VI – di Marco Tosatti

buxIl National Catholic Register pubblica un’interessante intervista di Eward Pentin a don Nicola Bux, un noto teologo italiano, scrittore (l’ultima sua opera è “Con i sacramenti non si scherza”) docente di teologia e consultore alla Congregazione per le cause dei Santi e per la Dottrina della Fede. In essa si afferma che per risolvere la crisi in corso nella Chiesa relativa all’insegnamento e all’autorità del papa, il modo migliore sarebbe una dichiarazione di fede del Pontefice per correggere le sue parole e gesti “ambigui ed erronei” che sono stati interpretati in maniera non cattolica.

Radio Maria e l’interminabile bavaglio – di Giuliano Guzzo

Padre LivioLa sospensione semestrale inflitta a padre Livio Fanzaga, direttore di Radio Maria condannato dall’Ordine dei Giornalisti della Lombardia dopo che, durante la sua trasmissione quotidiana, tempo fa aveva attaccato duramente la relatrice della legge sulle unioni civili, Monica Cirinnà, verrà da molti letta – suppongo – come la punizione di uno che, in fondo, se l’è cercata. Altri ancora, invece, intenderanno questa sospensione, come il giusto contrappasso per un’emittente che, nel novembre dello scorso anno, aveva a sua volta sospeso dalla sua trasmissione Padre Giovanni Cavalcoli, domenicano reo d’aver associato causalmente – secondo talune interpretazioni – l’approvazione delle unioni civili a eventi sismici e catastrofici.

La riabilitazione di un ribelle: don Lorenzo Milani – di Mauro Faverzani

papa francesco-don lorenzo milaniPapa Francesco ha reso omaggio a don Lorenzo Milani a Barbiana in occasione del cinquantesimo anniversario della sua morte. Ma Pier Luigi Tossani, un cattolico toscano di 62 anni, ha rivolto via web una supplica al Papa ed ai cardinali Betori, Müller e Bassetti – rispettivamente il suo Arcivescovo a Firenze, il Prefetto della Congregazione per la Dottrina della Fede e il presidente della Cei – per dimostrare l’inopportunità della visita del Papa, per tutta una serie di motivi, raccolti in un ampio e dettagliato dossier, da lui messo a punto.

Noi non vogliamo il loro “spirito” – di Fra Elia

La Pentecoste (vetrata di fratel Eric, chiesa della Riconciliazione, Taizè ©Sotto il pontificato di Giovanni Paolo II ci sembrava che le cose fossero tornate in qualche modo “a posto” per un certo tempo, per lo meno in alcuni ambiti […]. Questa situazione è continuata sotto Benedetto XVI […]. Ora, nei pochi anni del pontificato di papa Francesco, lo spirito ammuffito e stantio degli anni Settanta è risorto, portando con sé altri sette demòni […]. Il fatto che quello spirito estraneo sembri aver alla fine ingoiato il Soglio di Pietro, trascinando coorti sempre più estese di una compiacente gerarchia ecclesiastica all’interno della sua rete, è l’aspetto più inquietante e veramente scioccante per molti di noi, fedeli cattolici laici.

Il silenzio, un atteggiamento incomprensibile – di Riccardo Cascioli

Papa FrancescoÈ con grande amarezza che pubblichiamo oggi la lettera inviata due mesi fa dal cardinale Caffarra con la richiesta di udienza per i quattro cardinali che lo scorso 16 settembre hanno firmato i Dubia. Nessuna risposta ai Dubia, nessuna risposta neanche ora.  Il Papa che non degna di un cenno dei cardinali, che non risponde alle lettere e alle richieste di udienza: credo non ci siano precedenti, almeno nella storia della Chiesa degli ultimi secoli.

Il riassunto del lunedì. Cortocircuito finale – di Francesco Filippazzi

Santa SedeScomunica a corrotti e mafiosi. In Vaticano è allo studio un documento per disporre la scomunica di corrotti e mafiosi. A parte l’impraticabilità teologica della soluzione  ci chiediamo se i responsabili di profugopoli saranno inclusi fra gli scomunicati. Il business dell’immigrazione si basa infatti su corruzione e mafia. Francesco lo sa? Non si rischia il cortocircuito? La scomunica sarà allegata alle sentenze della Cassazione?

Se a Granada il sindaco socialista dà la Statua della Madonna per la preghiera musulmana

GranadaNon è cosa che succeda spesso: i cattolici però questa volta sono davvero intenzionati a dar battaglia. E a mostrare tutta la loro umiliazione. Nella Spagna sempre più spesso laicista piuttosto che laica, oltranzista solo con i valori tradizionali e cristiani, sta scoppiando un caso anche politico. Dopo che a Granada, la meravigliosa città simbolo della Reconquista dei re cristiani che strapparono la terra spagnola ai mori, centinaia di immigrati musulmani, al tramonto di sabato scorso, hanno pregato per la fine del Ramadan.

Cirinnà a carte scoperte: «Ora le adozioni» – di Tommaso Scandroglio

Cirinnà2Repubblica ha di nuovo intervistato l’on. Monica Cirinnà, madrina della legge sulle Unioni civili. Periodicamente il quotidiano fondato da Eugenio Scalfari bussa alla porta della senatrice (o forse è l’opposto?) tanto per tenere caldo un tema, quello sulle unioni civili, che ormai non se lo fila più nessuno.

Lo scandalo della Pontificia Accademia per la Vita. Paglia “copre” i nuovi membri. Ecco le prove – di Renzo Puccetti

PagliaLo scandalo internazionale suscitato dalla nomina a membro ordinario della Pontificia Accademia per la Vita (PAV) del professor Nigel Biggar (clicca qui e qui), ha costretto il presidente della PAV, monsignor Vincenzo Paglia, a rilasciare un’intervista chiarificatrice a Vatican Insider, a un mitissimo Andrea Tornielli. C’era una remota speranza di potere cogliere almeno un barlume di ravvedimento e autocritica, ma purtroppo bisogna concludere che la toppa è peggio del buco. 

torna su▲