Basta che non sia un’autocelebrazione – di Antonio Socci


Papa FilippineL’Anno Santo appena indetto sarà centrato su Gesù Cristo, come i precedenti, o su papa Bergoglio? Dovranno essere molto decisi, il Papa e la Chiesa, nel chiarire l’equivoco perché ieri i titoli dei maggiori giornali, tutti laicisti, ma orgogliosamente bergogliani, erano unanimi.

Corriere della sera: “Il giubileo di Papa Francesco”. Repubblica: “L’Anno Santo di Francesco”. La Stampa: “E’ il giubileo di Francesco”.

Concetto assurdo perché non si celebra col giubileo un Papa, ma il Signore. Il Papa deve essere “il Servo dei servi di Dio” e non si può mettere al posto di Dio. Si dirà che sono i media a fraintendere. In parte è vero, ma nessuno smentisce questi giornali che peraltro – caso curioso – fanno capo a potenti banche, a grandi finanzieri e multinazionali, e sono tutti sfegatati fan del cosiddetto “Papa dei poveri”, che lancia fulmini contro il capitalismo.

l’articolo segue su Lo Straniero