Messaggio del 25 dicembre 2014

Cari figli! Anche oggi vi porto tra le braccia mio Figlio Gesù e cerco da Lui la pace per voi e la pace tra di voi. Pregate e adorate mio Figlio perché nei vostri cuori entri la sua pace e la sua gioia. Prego per voi perché siate sempre più aperti alla preghiera. Grazie per aver risposto alla mia chiamata.  

Archivio per ‘Chiesa’ Categoria

« Governo e mondo clericale cancellano Dio (perfino nei documenti vaticani) col pretesto del Covid » di Antonio Socci

C’è una vittima illustre del Covid, la più illustre, eppure è passata inosservata: Dio. Non poteva esser “fatto fuori” dal Covid, ma è stato cancellato dagli uomini a motivo (o con il pretesto) del Covid. Non si tratta solo di ciò che è avvenuto nei mesi del lockdown – una sorta di blackout della Chiesa – che è stato clamoroso e non ha […]

«Il dramma di una Chiesa autoesiliata e di un Dio inutile» di Stefano Fontana

Il numero 509 della rivista “Il Mulino” ora in distribuzione è tutto dedicato a “E adesso? L’Italia del post-emergenza”. Come è noto la rivista bolognese è espressione del progressismo in genere e cattolico in particolare ed ha alle spalle la “potenza” delle Edizioni del Mulino: più o meno tutta l’intellighenzia che conta passa da lì. […]

« Le profezie di suor Maria, una luce sugli Ultimi Tempi » di Marco Lepore

Le rivelazioni di Gesù e della Beata Vergine a suor Maria Natalia Magdolna, un’ungherese vissuta nel XX secolo, sono illuminanti per capire tutta la storia europea e il compito di ogni singola nazione nella battaglia tra Bene e Male. Il filo rosso delle profezie è legato alle parole “espiazione, riparazione e penitenza”, con la richiesta […]

« Se passa questa legge sull’omofobia inquisiranno anche il Papa e censureranno la Bibbia? » Antonio Socci

C’è chi – anche in Vaticano – si pone con inquietudine una domanda: perfino il Papa, domani, potrebbe essere “inquisito” – in via di principio – in base alla legge, appena presentata in Parlamento, sull’omotransfobia? O potrebbero esserlo vescovi, preti e fedeli che ne riportano il magistero?

Beata Elisabetta Canori Mora. Come una moglie tradita e umiliata santificò se stessa e la sua famiglia.

  «Signore, quante volte dovrò perdonare al mio fratello, se pecca contro di me? Fino a sette volte? E Gesù gli rispose: Non ti dico fino a sette, ma fino a settanta volte sette». (Mt 18, 21)

La beata Anna Maria Taigi e il Purgatorio, di Don Marcello Stanzione

La beata Anna Maria Taigi fu un’umile madre di famiglia romana e  fu  favorita da Dio dei carismi più stupefacenti. Anna Gesualda era nata a Siena il 29 maggio 1769 dal farmacista Luigi Riannetti e da Maria Masi che dopo un grave fallimento finanziario dovette trasferirsi con tutta la famiglia a Roma. Nella capitale i […]

Le notti dei cristalli contro i cattolici – di Guido Villa

Nei mesi immediatamente susseguenti la presa del potere nazionalsocialista, a segni di reciproca condiscendenza tra le massime autorità ecclesiali e statali si contrapponeva una forte tensione a livello locale, dove le autorità di partito «consideravano, come prima, il cattolicesimo come uno dei loro nemici principali, da dover costringere con la forza bruta al livellamento e […]

« Religioni senza Dio, preghiera senza un perché » di Stefano Fontana

Oggi cade la Giornata di preghiera e digiuno proposta dall’Alto Comitato per la fratellanza umana composto da capi religiosi che si ispirano al documento firmato ad Abu Dhabi (clicca qui) da Francesco e dal grande imam di al-Azhar. Il Comitato è formato da otto membri, due cattolici, cinque musulmani più il rabbino M. Bruce Lustig […]

Firmato l’accordo tra il Governo e la Conferenza Episcopale Italiana. Dal 18 maggio si riprenderà a partecipare alle celebrazioni eucaristiche.

Come riporta il sito della CEI, giovedì 7 maggio a Palazzo Chigi è stato firmato il Protocollo che permetterà la ripresa delle celebrazioni con la presenza dei fedeli. Il testo è stato concordato tra la Conferenza Episcopale Italiana, il Presidente del Consiglio, il Ministro dell’Interno e il Comitato Tecnico-Scientifico istituito dal Governo per la gestione […]

« Gli agenti presidiano le chiese: ecco la polizia religiosa – di Andrea Zambrano »

Per ogni chiesa patriottica che si rispetti c’è anche una polizia religiosa che si presta a intervenire. La caccia alle streghe partita a Castello d’Agogna domenica scorsa, dove il parroco è stato segnalato ai carabinieri per aver celebrato una Messa, sine populo, ma a porte aperte, era destinata a proseguire. E infatti così è stato.