Formigoni atto terzo, ma la Procura della Repubblica di Milano ha il dovere di chiarire un po’ di cose


Oggi, 25 luglio 2012, leggiamo su ANSA che Roberto Formigoni è indagato per corruzione aggravata. La relativa “informazione di garanzia” è stata notificata contestualmente all’invito a comparire sabato prossimo, 28 luglio. Fin qui, niente di strano. Un’indagine è come una sigaretta, non si nega a nessuno. Nel caso specifico di Formigoni poi la costruzione mediatica del corrotto era già iniziata mesi fa, con la ligia partecipazione di stampa e televisione e gli inviti a Formigoni a dimettersi.

Fonte: Riscossa Cristiana