I veri messaggi di Gesù


In questi ultimi anni si è intensificato il numero dei “veggenti” che riceverebbero direttamente da Gesù dei messaggi  attraverso i quali Nostro Signore redarguirebbe il suo popolo ed i suoi ministri predicendo punizioni, sciagure e calamità.

Certamente esistono profezie affidabili, di cui tratteremo in un prossimo articolo, ma qui vogliamo solo attenerci alle parole che Cristo proferirebbe ad alcuni “eletti” per far luce in quest’epoca di ingannevole confusione riguardo a qualsiasi campo della vita sociale e morale.

Per questo motivo ci siamo attivati anche noi per cercare dei messaggi di Gesù che ci indichino la strada giusta da seguire attraverso le tenebre da cui siamo avvolti e poter così riavere quella santa speranza che ci permetta di scorgere la Verità oltre la cortina di fumo che ci sta accecando.

Ne abbiamo infatti trovati di certissimi ed attualissimi, anche se un po’ datati, ma con fonti talmente sicure e garantite da proporli ai nostri lettori con assoluta fiducia.

 

Messaggi di Gesù

Cristiani

Non chiunque mi dice: Signore, Signore, entrerà nel regno dei cieli, ma colui che fa la volontà del Padre mio che è nei cieli (Mt 7,21) 

Si allontani dall’iniquità chiunque invoca il nome del Signore (2Tm 2,19)

Entrate per la porta stretta, perché larga è la porta e spaziosa la via che conduce alla perdizione, e molti sono quelli che entrano per essa; quanto stretta invece è la porta e angusta la via che conduce alla vita, e quanto pochi sono quelli che la trovano!

Guardatevi dai falsi profeti che vengono a voi in veste di pecore, ma dentro son lupi rapaci. Dai loro frutti li riconoscerete. (Mt 7,13-16) 

La mia dottrina non è mia, ma di colui che mi ha mandato. (Gv 7,16)

Non pensate che io sia venuto ad abolire la Legge o i Profeti; non son venuto per abolire, ma per dare compimento. (Mt 5,17)

Chi dunque trasgredirà uno solo di questi precetti, anche minimi, e insegnerà agli uomini a fare altrettanto, sarà considerato minimo nel regno dei cieli. Chi invece li osserverà e li insegnerà agli uomini, sarà considerato grande nel regno dei cieli. (Mt 5,19)

Siate voi dunque perfetti come è perfetto il Padre vostro celeste. (Mt 5, 48)
 

Apostoli

Andate dunque e ammaestrate tutte le nazioni, battezzandole nel nome del Padre e del Figlio e dello Spirito santo, insegnando loro ad osservare tutto ciò che vi ho comandato. Ecco, io sono con voi tutti i giorni, fino alla fine del mondo. (Mt 28, 19-20)

Andate in tutto il mondo e predicate il vangelo ad ogni creatura. Chi crederà e sarà battezzato sarà salvo, ma chi non crederà sarà condannato. (Mc 16, 15-16)

Nessuno che ha messo mano all’aratro e poi si volge indietro, è adatto per il regno di Dio. (Lc 9,62)

 

Eucarestia

Perciò chiunque in modo indegno mangia il pane o beve il calice del Signore, sarà reo del corpo e del sangue del Signore. Ciascuno, pertanto, esamini se stesso e poi mangi di questo pane e beva di questo calice; perché chi mangia e beve senza riconoscere il corpo del Signore, mangia e beve la propria condanna. (1Cor 11,27-29)

“Sentite, padre mio, i giusti lamenti del nostro dolcissimo Gesù: mi rimangono solo di notte, solo di giorno nelle chiese. Non si curano più del sacramento dell’altare; non si parla mai di questo sacramento di amore; ed anche quelli che ne parlano, ahimè, con che indifferenza, con che freddezza!” (P. Pio, Lettera 342, ed. P. Pio da Pietralcina)

 

Adulterio

Avete inteso che fu detto: Non commettere adulterio;  ma io vi dico: chiunque guarda una donna per desiderarla, ha già commesso adulterio con lei nel suo cuore. (Mt 5, 27-28)

E Gesù le disse: “Neanch’io ti condanno; va’ e d’ora in poi non peccare più”. (Gv 8,11)

 

Peccatori

Sono tre volte santo ed ho orrore del più piccolo peccato.

Non posso amare un’anima macchiata dal peccato, ma quando si pente la mia generosità non ha limiti verso di lei. La mia Misericordia l’abbraccia e la perdona. Con la mia Misericordia inseguo i peccatori su tutte le loro strade ed il Mio Cuore gioisce quando ritornano da Me. Dimentico le amarezze con le quali hanno abbeverato il Mio Cuore e sono lieto per il loro ritorno.

Dì ai peccatori che nessuno sfuggirà alle Mie mani.

Se fuggono davanti al Mio Cuore misericordioso, cadranno nelle mani della Mia giustizia. Dì ai peccatori che li attendo sempre, sto in ascolto del battito del loro cuore per sapere quando batterà per Me.

Scrivi che parlo loro con i rimorsi di coscienza, con gli insuccessi e le sofferenze, con le tempeste ed i fulmini; parlo con la voce della Chiesa, e, se rendono vane tutte le Mie grazie, comincio ad adirarmi contro di essi, abbandonandoli a se stessi e dò loro quello che desiderano. (Suor Faustina Kowalska, Diario 26.V.1938, Libreria Editrice Vaticana)

 

“Sappi, figliola, che (le mie pene nella Passione) furono innumerevoli ed infinite, perché innumerevoli ed infinite sono le anime, mie membra, che si separavano da me per il peccato mortale. Ciascuna anima infatti si separa e disgiunge tante volte da me, suo Capo, per quante volte pecca mortalmente. … La disgiunzione di un membro spirituale rispetto a quella fisica è molto più dolorosa perché è più preziosa l’anima rispetto al corpo. … Ma la pena crudele che mi straziava era vedere che le suddette infinite mie membra, cioè tutte le anime dannate, mai, mai e mai più si sarebbero riunite a me, loro vero Capo. (S. Camilla Battista da Varano, I dolori mentali di Gesù nella sua Passione ed. Shalom)

 

Misericordia

I più grandi peccatori pongano la loro speranza nella Mia Misericordia. Essi prima degli altri hanno diritto alla fiducia nell’abisso della Mia Misericordia. Figlia Mia, scrivi sulla Mia Misericordia per le anime sofferenti. Mi procurano una grande gioia le anime che si appellano alla Mia Misericordia. A queste anime concedo grazie più di quante ne chiedono. Anche se qualcuno è stato il più grande peccatore, non lo posso punire Se esso si appella alla Mia pietà, ma lo giustifico nella Mia insondabile ed impenetrabile Misericordia. Scrivi: prima che io venga come Giudice giusto, spalanco la porta della Mia Misericordia. Chi non vuole passare attraverso la porta della Misericordia, deve passare attraverso la porta della Mia giustizia» (Suor Faustina Kowalska, ibidem, 1.III.1936)

 

Conclusione

Gesù Cristo è lo stesso ieri, oggi e sempre! Non lasciatevi sviare da dottrine varie e peregrine. (Eb 13, 8-9)