Impariamo da loro: ecco la canzone creata dai francesi in opposizione alla legge sui matrimoni gay.


http://www.youtube.com/watch?v=3Zn17DRYofM&feature=player_detailpage

Traduzione:

A tutte le famiglie di Francia, parenti e nonni! Venite tutti, i bambini hanno dei diritti, hanno papà e mamma

François (Hollande), ta loi, on n’en veut pas! / Tous les Français sont mobilisés! François (Hollande), la tua legge non la vogliamo! / Tutti i francesi si sono mobilitati!

Commerces d’enfants, on n’en veut pas! / Paris, province, on chante d’une seule voix! Commercio di bambini, non lo vogliamo! / Parigi, provincia, canta a una sola voce!


Rit.: Les familles sont là, on ne lâche rien. / Ici on se bouge, on n’a peur de rien. Rit.: Tutte le famiglie sono qui, non cedono niente. / Noi ci muoviamo, non abbiamo paura di niente.

Hollande et sa loi, nous on n’en veut pas. / La France est debout, tu vas nous entendre. Hollande e la sua legge, non li vogliamo! / La Francia è in piedi, tu ci sentirai.


François (Hollande), touche pas, à nos mariages. / Il faut plutôt réduire le chômage. François (Hollande), non toccare i nostri matrimoni. / Riduci piuttosto la disoccupazione.

François, touche pas à la filiation, / écoute ton peuple en protestation. Rit. François, non toccare la filiazione, / ascolta il tuo popolo in protesta. Rit.


Papa, maman pour tous les enfants. / L’enfant n’est pas un objet marchand. Un papà, una mamma per tutti i bambini. / Il bambino non è un oggetto commerciale.

Un père, une mère: c’est complementaire. / Deux pères, deux mères: fini les reperes. Rit. (2 volte) Un padre, una madre: sono complementari. / Due padri, due madri: non ci saranno più punti di riferimento. Rit. (2 volte)

(traduzione italiana a cura di Marta Mandorlini per Bastabugie)

 

,