Imu alla Chiesa. Il Consiglio di Stato boccia il decreto del Tesoro


«Non è demandato al Ministero – scrivono i giudici di Palazzo Spada – di dare  generale attuazione alla nuova disciplina dell’esenzione Imu per gli immobili  degli enti non commerciali. Sulla base di tali considerazioni deve essere  rilevato che parte dello schema in esame è diretto a definire i requisiti,  generali e di settore, per qualificare le diverse attività come svolte con  modalità non commerciali. Tale aspetto esula dalla definizione degli elementi  rilevanti ai fini dell’individuazione del rapporto proporzionale in caso di  utilizzazione dell’immobile mista “c.d. indistinta” e mira a delimitare, o  comunque a dare una interpretazione, in ordine al carattere non commerciale di  determinate attività». (AGI)