Messaggio del 25 dicembre 2014

Cari figli! Anche oggi vi porto tra le braccia mio Figlio Gesù e cerco da Lui la pace per voi e la pace tra di voi. Pregate e adorate mio Figlio perché nei vostri cuori entri la sua pace e la sua gioia. Prego per voi perché siate sempre più aperti alla preghiera. Grazie per aver risposto alla mia chiamata.  

La confessione del «fascista disubbidiente»

Le preghiere imparate da bambino quando faceva il chierichetto, recitate in latino fino a pochi minuti prima di morire, l’ammirazione per Sant’Agostino e per la Chiesa dei primi secoli sono le prime istantanee che affiorano nella mente di monsignor Giovanni Catti, nel ricordare la figura del gerarca fascista Dino Grandi (1895-1988) morto quasi cieco a 93 anni, toccò a lui celebrarele esequie il 23 maggio del 1988 nel cimitero della Certosa di Bologna dell’uomo, il «fascista disubbidiente», che attraverso il famoso ordine del giorno (che portava il suo nome) fece cadere Mussolini e la sua dittatura: il 25 luglio del 1943.

Fonte: Avvenire

torna su▲