La minaccia di attentati in Vaticano. Controlli serrati in piazza San Pietro


VaticanoROMA – Il dispositivo è stato potenziato tre giorni fa, alla vigilia dell’udienza pubblica di papa Francesco. Perché proprio di un «atto dimostrativo in Vaticano» parlava una segnalazione trasmessa dall’intelligence alle forze dell’ordine.

L’allerta è basato su una conversazione intercettata tra due arabi, niente di particolarmente allarmante. Ma la tensione è ormai altissima e la minaccia terroristica dell’Isis fa paura, soprattutto dopo la decisione di Stati Uniti e Regno Unito, condivisa dall’Italia e dagli altri alleati europei, di armare i peshmerga e più recentemente di avviare bombardamenti mirati in Iraq.

 

Pattuglie in piazza

In piazza San Pietro è stato aumentato il numero delle pattuglie di carabinieri e poliziotti in divisa, ma soprattutto è stata intensificata la sorveglianza effettuata da parte degli uomini in borghese.

 

l’articolo continua sul sito del Corriere della sera