L’Espresso si difende dalle accuse di aver divulgato “notizie indegne e meschine”


cardinale George PellDopo l’intervento del direttore della Sala Stampa Vaticana Padre Federico Lombardi, che ha definito indegno e meschino l’articolo pubblicato sull’ultimo numero de l’Espresso, contenente un’inchiesta sulle finanze vaticane e la lotta fra i vari poteri economici che governano i beni della Santa Sede, il settimanale ribatte alle critiche rilanciando le sue accuse.

E titola ribattendo alle dichiarazioni di Padre Lombardi: «Il passaggio di documenti riservati è illegale». L’Espresso ha rivelato anche le spese pazze dell’australiano Pell, tra cui voli in business e abiti su misura da 2.500 euro: «L’articolo è un attacco personale». Ma non vengono smentiti i fatti raccontati.

articolo su l’Espresso