Messaggio del 25 dicembre 2014

Cari figli! Anche oggi vi porto tra le braccia mio Figlio Gesù e cerco da Lui la pace per voi e la pace tra di voi. Pregate e adorate mio Figlio perché nei vostri cuori entri la sua pace e la sua gioia. Prego per voi perché siate sempre più aperti alla preghiera. Grazie per aver risposto alla mia chiamata.  

Lo smartphone in guerra, con Maria protettrice dei peshmerga cristiani – Video

Alla città martire di Sinjar, in Irak, conquistata nell’agosto 2014 dall’ISIS che fece strage della minoranza yazida, i curdi avevano fatto una promessa. Oggi quella promessa l’hanno mantenuta con onore e con valore, scacciando finalmente dalla città martire le bandiere nere del califfato e la loro politica di morte. Tra i liberatori curdi ci sono musulmani, yazidi e cristiani uno accanto all’altro, uniti nella lotta. Ma i cristiani si riconoscono facilmente. Anche nell’inferno di fuoco, tra le mille pallottole che fischiano a pochi millimetri, hanno sempre accanto la Vergine, gli angeli e i santi.

 

L’inviato di guerra Fausto Biloslavo racconta quello che i tigì non raccontano. L’eroismo di chi sul campo, a prezzo della vita, sta cercando di arginare la follia jihadista. Anche per noi.

Fonte: Il Timone

Video da il Giornale.it
 

torna su▲