Messico: diocesi di Zamora in preghiera per il sacerdote scomparso a dicembre


Unirsi in preghiera per il ritrovamento di padre Santiago, scomparso dal 27 dicembre scorso. E’ l’appello lanciato dalla diocesi messicana di Zamora per il suo sacerdote, di cui non si sa più nulla dopo che lo stesso era andato a celebrare una Messa a Jacona, vicino Jiquilpan. Al termine della celebrazione il giovane padre Santiago Álvarez Figueroa, 27 anni, aveva telefonato a casa dei genitori per avvertire che li avrebbe raggiunti immediatamente, ma non vi è mai arrivato.

La polizia ha perlustrato il percorso fatto dall’automobile del sacerdote, scartando la possibilità di un incidente. Nel comunicato della diocesi citato dall’agenzia Fides si legge: “Le autorità competenti hanno fatto il loro lavoro di ricerca dal 29 dicembre, data in cui è stata depositata la denuncia alla procura di Zamora, ma finora tutto è stato inutile: non si sa nulla”. “A coloro che sono responsabili della scomparsa di padre Santiago – prosegue il testo – chiediamo: per amore del cielo, restituiscano sano un figlio a sua madre, un fratello ai suoi fratelli, un sacerdote alla comunità, un amico ai giovani!”.

Padre Santiago, sacerdote della diocesi di Zamora, è stato ordinato sacerdote il 16 dicembre 2011. E’ uno dei tre sacerdoti che si dedicano alla promozione delle vocazioni sacerdotali nelle famiglie e negli ambienti frequentati da giovani e adolescenti. Zamora, Michoacán si trova in una zona molto coinvolta nel conflitto tra i “cartelli” in Messico. Proprio il paesino di Jacona è al confine fra Michoacán e Jalisco, dove il Cartello di Jalisco Nueva Generación (CJNG) si contende il potere con Los Caballeros Templarios. Questo conflitto ha causato la morte di tanta gente coinvolta nelle bande, ma anche di tante persone innocenti, oltre a centinaia di “desaparecidos” di cui neanche le forze dell’ordine riescono a definire il numero. (M.G.)

Fonte: Radio Vaticana