Messaggio del 25 dicembre 2014

Cari figli! Anche oggi vi porto tra le braccia mio Figlio Gesù e cerco da Lui la pace per voi e la pace tra di voi. Pregate e adorate mio Figlio perché nei vostri cuori entri la sua pace e la sua gioia. Prego per voi perché siate sempre più aperti alla preghiera. Grazie per aver risposto alla mia chiamata.  

«Nell’Italia segreta dell’occultismo c’è un’escalation di crimini» di Giacomo Galeazzi

Don Aldo BuonaiutoBoom di satanismo e sette. In pochi giorni, prima due morti ad Alessandria per un omicidio-suicidio provocato da una pseudo-religione cubana, poi alle porte di Roma è stato ucciso un santone polacco di 45 anni, appartenente ad una setta “La cascina dei ricostruttori di San Feliciano” a poche centinaia di metri dal cimitero fra i comuni di Palestrina e Zagarolo.

Secondo gli inquirenti e la procura di Tivoli, che procede per omicidio, sia il movente che gli assassini vanno ricercati nell’ambiente delle sette sataniche.  “Da trent’anni in Italia non c’è più il reato di plagio e per le forze dell’ordine è quasi impossibile contestare a uno pseudo-santone la circonvenzione di incapace”. Don Aldo Buonaiuto, responsabile del servizio anti-sette della Comunità Papa Giovanni XXIII, considera “sottovalutato dalle istituzioni” il mondo dell’occulto.

Aumentano i crimini legati all’occultismo?

“Sempre più vicende efferate sono riconducibili all’azione delle sette. La santeria associa riti vudù brasiliani e cubani alla magia nera e molti italiani vi fanno ricorso per preordinare il male verso qualcuno. Fino a qualche anno fa si andava dai santoni per cercare guarigione, adesso per vendicare tradimenti o dissidi economici. L’ultima mappa ufficiale risale al 1998 e fu realizzata dal ministero dell’Interno. Da allora, anche a causa dell’immigrazione, in Italia le sette si sono moltiplicate”.

A cosa è dovuto il boom delle sette in Italia?

“Oggi in nome del demonio o di entità varie si può impunemente promettere prodigi negati dalla scienza. Singoli truffatori o gruppi settari abusano del linguaggio sacrale per approfittare di persone in difficoltà. Un sincretismo che trascina migliaia di italiani in un tunnel infernale. Accanto ai culti più estremi e distruttivi si diffondono le psico-sette e quelle magico-esoteriche che rovinano vite riducendo sul lastrico o in schiavitù”.

E’ possibile reprimere questo fenomeno?

“In Italia è stato cancellato il reato di plagio quindi mancano gli strumenti legislativi per combattere il mondo delle sette occulte. E’ difficilissimo provare la coercizione e cioè che è stato un santone a rendere incapace di intendere e di volere una persona. Va distinta la libertà religiosa da chi utilizza la fede per raggiungere obiettivi diversi da quelli religiosi. Per prevenire e combattere la manipolazione occorre formare le forze dell’ordine. Dal 2006 la polizia ha dotato nelle squadra mobili un settore “sas” (squadra anti sette)  ma mancano risorse e formazione”.

Si fa abbastanza contro l’escalation di violenza provocata da santoni e satanisti?

“L’Italia è professionalmente al top nel contrasto alla droga e ai vari racket, ma non sulle sette. E mancano leggi che consentano agli investigatori di intervenire su queste realtà invisibili e segrete. Ci sono persino corsi di “benessere psicofisico” che garantiscono risultati assurdi nel mondo del lavoro truffando e distruggendo intere famiglie”.

Fonte: Vatican Insider

torna su▲