Non si ferma lo spargimento di sangue in Nigeria


I cristiani nel nord della Nigeria rimangono un facile bersaglio per l’estremismo crudele e impuinito della setta dei jihadisti anti-occidentali Boko Haram.Una serie di attentati con esplosivi ha colpito ieri, domenica 16 giugno, cinque chiese nello Stato settentrionale di Kaduna, proprio nel momento in cui la gente si stava radunando per celebrare la liturgia ed esercitare il suo diritto alla libertà religiosa. Il bilancio della nuova ondata di violenza anticristiana è d 31 vittime e numerosi feriti.

Fonte: Zenit