Preghiere per i moribondi


Ogni giorno migliaia di anime passano all’eternità e la loro salvezza dipende dagli ultimi istanti. Il demonio fa allora gli ultimi sforzi; attorno ai morenti avviene l’estrema lotta fra l’angelo e il de­monio per il possesso di quell’anima. Chi vincerà? La vittoria può dipendere da una nostra preghiera. Ecco una serie di preghiere per i moribondi o per coloro che moriranno oggi stesso che possiamo recitare ogni mattina ed ogni sera.

 

Clementissimo Gesù, amante delle anime, per l’agonia del tuo santissimo Cuore e per i dolori della tua Madre Immacolata, lava nel tuo Sangue i peccatori di tutto il mondo che si trovano ora in agonia e che oggi passeranno all’altra vita.

***

Mio Dio, vi offro tutte le S. Messe che si celebrano oggi nel mondo intero per i peccatori che sono in agonia e che debbono morire in questo stesso giorno. Il sangue prezioso di Gesù Redentore ottenga loro misericordia!

***

Gesù, io saluto ed adoro le S. Piaghe dei Tuoi pie­di sacri e vi metto tutti i peccatori incalliti che preferiscono vivere per il mondo. Ti raccomando soprattutto coloro che moriranno oggi. Non per­mettere, Gesù, che il Tuo Preziosissimo Sangue per loro vada perduto. Gloria

***

Misericordiosissimo Gesù, che bruciate di un sì ardente amore per le anime, Vi scongiuro, per l’agonia del Vostro Santissimo Cuore e per i dolori della Vostra Madre Immacolata, di purificare con il Vostro Sangue tutti i peccatori della terra che sono in agonia e che devono morire oggi stesso. Cuore agonizzante di Gesù, abbiate pietà dei morenti.
– 3 Ave Maria

***

1) Eterno Padre, per l’amore che portate a S. Giuseppe, da Voi eletto fra tutti a rappresentare sull’umanato vostro Figlio la divina vostra Paternità, abbiate pietà di noi e dei poveri Agonizzanti.
Pater, Ave, Gloria.

O S. Giuseppe, Padre putativo di Gesù Cristo e vero sposo di Maria Vergine, pregate per noi e per gli Agonizzanti.

 

2) Eterno divin Figlio, per l’amore che portate a S. Giuseppe, vostro fedelissimo custode in terra, abbiate pietà di noi e dei poveri Agonizzanti.
Pater, Ave, Gloria.

O S. Giuseppe, Padre putativo di Gesù Cristo e vero sposo di Maria Vergine, pregate per noi e per gli Agonizzanti.

3) Eterno divino Spirito, per l’amore che portate a S. Giuseppe, il quale con tanta sollecitudine custodi Maria SS., vostra diletta Sposa, abbiate pietà di noi e dei poveri Agonizzanti.
Pater, Ave, Gloria.

O S. Giuseppe, Padre putativo di Gesù Cristo e vero sposo di Maria Vergine, pregate per noi e per gli Agonizzanti.

A te ricorro, o S. Giuseppe, Patrono dei moribondi, e a te, al cui beato transito si trovarono presenti Gesù e Maria, per questo doppio carissimo pegno, raccomando caldamente l’anima di questo servo N. N. agonizzante, affinché col tuo aiuto sia liberato dalle insidie del Demonio e dalla morte eterna, e meriti di giungere ai celesti gaudi. Così sia.

***

O glorioso San Michele Arcangelo, difensore invincibile dei diritti di Dio, nemico temibile del­le falangi infernali e potente protettore delle ani­me nella lotta contro le potenze delle tenebre, al­la testa delle milizie angeliche di cui siete il capo, volate in aiuto ai poveri peccatori orribilmente dominati dagli spiriti dell’abisso e vicini a cadere nella dannazione eterna.

Siate loro aiuto e loro rifugio nella lotta suprema contro le insidie di sa­tana; supplicate umilmente la Maestà divina di fargli sentire ancora una volta il peso della dan­nazione eterna e di comandargli di disfare i lega­mi coi quali egli tiene prigioniere le anime dei poveri peccatori moribondi.

Degnatevi, nobile principe della milizia celeste, di precipitare e re­legare nell’inferno il principe delle tenebre e gli altri spiriti maligni che errano sulla terra per ro­vinare le anime, soprattutto quelle dei poveri peccatori agonizzanti e conducete in Cielo un esercito di eletti destinati ad occupare i troni vuoti lasciati dagli angeli ribelli. Amen! Fiat.

 

***

O San Giuseppe benedetto,
che nel momento della tua agonia avesti la sorte di essere assistito dal Sommo Sacerdote, Gesù Cristo, e dalla Regina della misericordia, Maria Santissima!
Tu che conosci l’importanza di questo temibile momento nel quale si passa dal tempo all’eternità, abbi compassione e muoviti a pietà dei poveri moribondi, che sono sul punto di comparire davanti al tribunale divino.
Proteggili, o efficace avvocato della buona morte!
Per tua intercessione siano illuminati e mossi da sentimenti di amore di Dio e dolore delle loro colpe, e in modo particolare aiuta coloro che non hanno un sacerdote che li assista e coloro che muoiono improvvisamente, affinché grazie al tuo generoso aiuto, abbiano la gioia di mostrarti eternamente la loro generosità in Cielo. Amen.