Prime Congregazioni generali dei cardinali: clima di grande serenità, sarà inviato un messaggio a Benedetto XVI


Prima giornata di Congregazione generale del Collegio dei cardinali. Dalle 17.00 alle 19.00 circa, nell’Aula nuova del Sinodo, la seconda Congregazione con la meditazione di padre Raniero Cantalamessa, predicatore della Casa Pontificia.

 

E’ stato deciso che domani e mercoledì si terrà una Congregazione solo al mattino. Questa mattina la prima Congregazione alla quale hanno partecipato 142 porporati, 103 dei quali elettori, ha riferito stamani padre Federico Lombardi, nel briefing in Sala stampa vaticana.

Come accadde nel 2005, anche stavolta la prima meditazione è stata affidata a padre Raniero Cantalamessa. La seconda è prevista – come stabilito dalla Costituzione Universi Dominici Gregis- all’inizio del Conclave, la cui data – ha riferito nel corso del briefing in Sala stampa, padre Federico Lombardi, non è stata ancora decisa:

“Credo che il punto sia questo, cioè capire se ci sono assenti da aspettare oppure no. Quando sia chiaro, quando tutti quelli che devono arrivare sono o saranno arrivati, ci si può orientare”.

Riferendo della prima Congregazione, padre Lombardi ha parlato di un clima sereno e costruttivo. Due i momenti salienti: il sorteggio dei tre cardinali che aiuteranno il Camerlengo nello svolgimento delle attività ordinarie e il giuramento dei porporati:

“Il giuramento si svolge come descritto al numero 12 della Costituzione Universi Dominici Gregis: prima con una formula che viene detta da tutti allo stesso tempo, guidata dal Decano; poi tutti i singoli cardinali presenti passano davanti al tavolo della presidenza dove c’è il Vangelo aperto ed in alto il Crocifisso e fanno la loro personale adesione al giuramento”.

E’ in preparazione poi un messaggio che i cardinali indirizzeranno al Papa emerito Benedetto XVI.

“Questo è ancora da fare. Quando ci sarà, penso che avremo il testo, probabilmente oggi pomeriggio o domani. È stato approvato comunque che il collegio dei cardinale invii un messaggio al Papa Emerito”.

Nei 13 interventi dei porporati, seguiti alla pausa, molti hanno fatto domande sull’organizzazione di questi giorni. Non si è ancora provveduto – ha proseguito ancora padre Lombardi – all’annullamento del sigillo e dell’anello piscatorio. Sono poi saliti a 4.300 i giornalisti accreditati in Vaticano per questo momento importante della vita della Chiesa.

Benedetta Capelli


Fonte: Radio Vaticana