Relativismo all’inglese: guai a dirsi cristiani


Sessant’anni fa alla sua incoronazione la regina Elisabetta II, al pari degli altri sovrani britannici prima di lei, promise di custodire «le leggi di Dio e la vera professione del Vangelo». Ma oggi, ci dice George Hargreaves del Christian Party, «la Gran Bretagna pare scesa in guerra contro il Vangelo, e contro se stessa».  

 

Fonte: Avvenire