Russia, multa politica a una chiesa cattolica


Una piccola chiesa cattolica di Novocerkassk, nel sud della Russia, è la prima e per ora unica vittima della recente ondata di ispezioni nelle sedi di decine di Organizzazioni non governative (Ong). Le autorità russe intendono verificare se le organizzazioni che ricevono fondi dall’estero li utilizzino «per fini di terrorismo o per attività politiche». Tanto per incominciare la Procura ha controllato una serie di chiese cattoliche nella regione di Rostov-na-Donù in particolare, oltre che nel capoluogo, anche a Novocerkassk e Volgodonsk.

 

Ma anche dove non hanno trovato conferme di «terrorismo e attività politiche», gli ispettori hanno elevato una multa per altre «violazioni amministrative». Così la chiesa dell’Assunzione a Novocerkassk, il più vecchio tempio cattolico nella regione, è stata condannata a pagare una multa pari a circa 11mila euro per la violazione delle norme anti incendio. Constatate queste «violazioni», gli ispettori non hanno compilato il protocollo che avrebbe dovuto confermarle, documento che secondo la legge deve essere redatto alla presenza di due testimoni che lo devono anche firmare.
continua a leggere l’articolo su Avvenire.it