«Sei mesi di vita» – Ma la Madonna è intervenuta a Medjugorje


CoverEsce in questi giorni per le Edizioni Ares  un libro da non perdere. E’ la storia di un incredibile miracolo di guarigione avvenuto a Medjugorje quindici anni fa. Un cancro allo stadio terminale, pochi mesi di vita dinnanzi, nessuna speranza di sopravvivenza, ma un unico convincimento: in un paesino al di là dell’Atlantico la Madonna opera miracoli.  

 

Famiglia BoyleUna moglie piena di fede, Judy, amata fin da giovanissimo; tredici figli, di cui uno, Joseph, morto ancora nella culla e un secondo, Artie Jr., affetto da autismo.

Un cognato (Kevin) e un amico (Rob) premurosi e pronti a dare la vita per te.

 

È questo il contesto umano di Arthur Boyle quando a 45 anni scopre di avere i giorni contati – «Sei mesi al massimo», è la diagnosi – per una metastasi al polmone recidiva di un cancro al rene, da cui era già sorprendentemente scampato 8 mesi prima…. Trovandosi sul baratro, l’Autore, forte del sostegno di Judy decide di affidarsi totalmente a Dio.

 

Artie con il cognato Kevin, la veggente Vicka e l’amico Rob

Contro il parere dei medici –«Il paziente potrebbe non riuscire a sostenere il viaggio» –, ma con i suoi due amici sempre al fianco, Artie attraversa l’Oceano per recarsi a Medjugorje dove – per puro caso o per provvidenza giudicherà il lettore – è venuto a sapere che appare la Madonna. E qui accade veramente di tutto… a incominciare dal cuore del protagonista fino al suo polmone malato.

Il lieto fine: Artie dice di essere stato un cristiano molto tiepido: a 15 anni dalla sua guarigione inspiegabile ha dedicato questo libro alla Madonna e porta in giro per il mondo questa sua testimonianza: «È Gesù il Signore della vita».

ll «caso di Boyle» negli USA è stato analizzato e ha tenuto a lungo banco su tutti i principali media nazionali, ma, a distanza di quindici anni, per i medici la sua guarigione resta un mistero.

 

Questo libro è un inno alla fiducia in Dio quando tutto appare già definito, quando la logica e la razionalità cominciano ad avere il sopravvento sulla speranza di un intervento del Signore, quando la drammaticità di una situazione umana scivola inesorabilmente verso un esito nefasto.

Leggendolo sgorga dal cuore la lode verso la Misericordia divina che, per coloro che sanno affidarsi totalmente a Dio, è capace di trasformare l’impossibile in possible, l’irrazionale umano in certezza concreta.

Un libro avvincente perché reale, commovente perché è la storia di ognuno, cristiano perché ci ricorda quello che tante volte dimentichiamo: Dio esiste ed è Onnipotente.

 

AUTORI

Arthur P. Boyle ha viaggiato per il mondo parlando a migliaia di persone in Nord America, in Sud America e in Europa dopo la sua guarigione miracolosa dal cancro avvenuta nel 2000 a Medjugorje. La sua testimonianza è ora accuratamente tradotta in questo libro. Imprenditore in proprio, attualmente lavora per l’Arcidiocesi di Boston come responsabile dello sviluppo. Lui e sua moglie Judy hanno tredici figli. Arthur vive a Hingham, Massachusetts.

Eileen McAvoy Boylen è una scrittrice freelance e ghost writer, collaboratrice de The Boston Globe. Vive con il marito George a Hull, in Massachusetts.