Senza il dialogo, la Siria sarà rinchiusa in una trappola infernale


“La Siria ha bisogno di dialogo, non di armi”. E’ questo l’appello lanciato dai francescani in Siria, tramite padre Romualdo Fernandez OFM, direttore del Centro ecumenico di Tabbaleh (Damasco) e Rettore del Santuario dedicato alla Conversione di San Paolo, nella capitale siriana. In un colloquio con l’Agenzia Fides, padre Fernandez ha ribadito che “la strada maestra per uscire dalla crisi è quella del dialogo fra le parti. Chiediamo a tutti di accettare di sedersi attorno a un tavolo e di avviare un confronto, che possa evitare violenze, morti, stragi e massacri, che da troppo tempo insanguinano il paese”.

Fonte: Zenit