Sesso a scuola, libro shock per bambini di 10 anni


Un libro di educazione sessuale senza veli, potremmo dire. Esplicito, troppo esplicito. Soprattutto se dato nelle mani di bambini che hanno compiuto appena dieci anni. Che sul tema della procreazione, forse, ancora si chiedono quale delle due versioni sia più credibile: se quella della cicogna o quella del cavolo.

Ebbene, in questi giorni nei gruppi Facebook dedicati alla famiglia e vicini al family day sono ferrate le discussioni su un libro presente sulle librerie di tutta Italia già dal 2006.

Il titolo del libro per bimbi, “Tutto quello che non hai mai osato chiedere”, lascia poco spazio all’immaginazione. E infatti all’interno si trova di tutto.

E anche di più: dai 100 modi per “chiamare la passerina e il pistolino” a immagini di donne da cui escono peli dalla vagina. A tutte le domande una risposta: cosa vuol dire essere innamorati, come ci si bacia, come funziona fare l’amore e come nascono i bambini. Ma non solo.

“Ho voglia di fare l’amore con la tua merenda”, si legge nella vignetta che accompagna la spiegazione dell’omosessualità. Come a dire: come va va, basta provare piacere. Ma la parte più inquietante del libro riguarda la parte “interattiva”. Su due pagine, una fianco all’altra, si vedono due figure (una maschile e una femminile) con due buchi all’altezza del pube.

“Infila il dito nel buco e fallo uscire dall’altra parte per fare il pistolino di questo signore”, si legge da una parte. E dall’altra si invita a farlo “entrare nel buco della signora”. (guarda la gallery)

“Questo sistema di educazione sessuale – dice al IlGiornale.it Maria Rachele Ruiu, di Generazione Famiglia – è il metodo usato nel Nord Europa. Lì dove si è diffusa la teoria gender”. Il tutto nelle mani di bimbi di appena 10 anni.

Fonte: Il Timone

 

Nostro commento:

“Chi invece scandalizza anche uno solo di questi piccoli che credono in me, sarebbe meglio per lui che gli fosse appesa al collo una macina girata da asino, e fosse gettato negli abissi del mare.

Guai al mondo per gli scandali! È inevitabile che avvengano scandali, ma guai all’uomo per colpa del quale avviene lo scandalo!” (Mt 18,6-7)