Sulla scia di “chi sono io per giudicare?” diocesi americana nega sacramenti a omosessuali, compreso il rito funebre


mons. PaprockiUn Vescovo dell’Illinois, ha rilasciato le linee guida circa i matrimoni tra persone dello stesso sesso, che possono limitare notevolmente la partecipazione nelle Parrocchie della Sua Diocesi. Il Vescovo Thomas Paprocki di Springfield ha emesso all’inizio di questo mese un “Decreto sul Matrimonio omosessuale ”, che istruisce i cattolici gay e lesbiche insieme a gli operatori pastorali su diversi aspetti della vita ecclesiale.

Rivolgendosi ai Sacramenti, Paprocki ha detto che nei matrimoni dello stesso sesso, le persone dovrebbero essere sollecitate a non ricevere e neanche ad essere ammessi alla Santa Comunione, perché i loro rapporti non sono conciliabili con la Chiesa di Cristo.

Il Vescovo ha anche Decretato il comportamento che devono avere i Parroci della propria Diocesi, sui riti funebri, affermando che è una natura oggettivamente immorale:

“A meno che, non hanno dato alcuni segni di pentimento prima della loro morte, le persone decedute che avevano vissuto apertamente in un matrimonio omosessuale, dando pubblico scandalo dei fedeli, devono essere privati ​​delle esequie Ecclesiastiche.

In caso di dubbio, il proprio Pastore o l’ amministratore parrocchiale è obbligato a consultare l’Ordinario del luogo (nelle fattispecie del Vescovo), il cui giudizio è da seguire (al Canone 1184) “.

Ulteriori restrizioni a matrimoni tra persone dello stesso sesso includono i seguenti divieti: “non devono servire in un Ministero Liturgico pubblico, incluso ma non limitato per il lettore ed il Ministro Straordinario della Santa Comunione”;

“Non servono come sponsor (madrine e padrini) per i Sacramenti del Battesimo e della Cresima”;

“Che non debbano essere ammessi al Rito dell’Iniziazione Cristiana degli adulti o ricevere il Sacramento della Confermazione a meno che non si è ritirato dal rapporto oggettivamente immorale”.

Il Decreto di Paprocki comprende inoltre le restrizioni per Operatori Pastorali. Nessun lavoratore della Chiesa, che agisce a titolo professionale, può partecipare a matrimoni dello stesso sesso.

Nessuna proprietà ecclesiastica può ospitare tali matrimoni, il Vescovo proibisce anche “articoli dedicati o benedetti per l’uso nel Culto Cattolico” di essere utilizzati in tali cerimonie. Rammentando, che ai Prelati della Chiesa, è anche vietato di Benedire i Matrimoni tra persone dello stesso sesso.

I Pastori sono ulteriormente istruiti ad accettare bambini i cui genitori si sono uniti in un matrimonio tra persone dello stesso genere, per i Sacramenti dell’Iniziazione, anche se i Pastori devono usare la “dovuta discrezione nel determinare l’adeguatezza della celebrazione pubblica del Battesimo.” Allo stesso modo, questi bambini devono essere ammessi alle scuole Cattoliche e all’ educazione Religiosa, ma la famiglia “deve accettare di rispettare l’accordo tra Scuola- Famiglia”.

charles-chaputA Philadelphia l’Arcivescovo Charles Chaput con i suoi “restrittivi orientamenti pastorali”, ha cercato la scorsa estate di sbarrare la via larga, a persone che appartengono al mondo LGBT, sia per ricevere la Santa Comunione che per partecipare ai Ministeri Liturgici.

 

 

Arcivescovo John MyersAnche altrove si è ripetuta la stessa storia, l’ Arcivescovo Allen Vigneron di Detroit e l’ex Arcivescovo John Myers di Newark (Città nel New Jersey) hanno detto che Cattolici LGBT e chi appoggia tale abominio, non debbano ricevere la Comunione.

Infine, il Vescovo ha minacciato i Prelati che “violano colposamente una qualsiasi di queste norme, può essere punito con una giusta pena.”

 

Questo decreto non è del tutto nuovo.

Ciò che è degno di nota sulle linee guida del Vescovo Paprocki è il suo trattamento dei riti funebri e la minaccia di punizione per gli Operatori Pastorali.

Il Decreto del Vescovo Paprocki non è il primo atto che penalizza le persone LGBT e le loro famiglie.

Arcivescovo Blase CupichL’anno scorso, ha implicitamente criticato l’operato dell’Arcivescovo Blase Cupich di Chicago, per aver suggerito che la ricezione della Comunione deve essere determinata da ogni persona in base alla propria coscienza.

Quando lo stato dell’ Illinois ha approvato La legge sull’uguaglianza del matrimonio nel 2013, Il Vescovo Paprocki baluardo della Chiesa Cattolica, ha tenuto un esorcismo pubblico a causa della legge, e in precedenza aveva suggerito che i sostenitori di uguaglianza del matrimonio dovrebbero essere disciplinati come i bambini.

 

Fonte: Fine dei tempi