Tutelati i diritti dei nascituri: la legge 40 è salva!


La pronuncia della Corte Costituzionale del 22 maggio scorso, sulla legittimità del divieto di fecondazione eterologa, non lascia spazio a dubbi: nella legge 40/2004 non è violata la Costituzione ed impedire per legge la fecondazione in vitro eterologa non è una violazione della Convenzione europea dei diritti dell’uomo.

Fonte: Zenit