Messaggio del 25 dicembre 2014

Cari figli! Anche oggi vi porto tra le braccia mio Figlio Gesù e cerco da Lui la pace per voi e la pace tra di voi. Pregate e adorate mio Figlio perché nei vostri cuori entri la sua pace e la sua gioia. Prego per voi perché siate sempre più aperti alla preghiera. Grazie per aver risposto alla mia chiamata.  

Archivio per ‘Politica italiana’ Categoria

La morsa Lgbt sulle opinioni, Pillon a processo De Mari, Fanzaga, Ricci: è la fine della libertà? – di Marco Guerra

Dire la verità costa sempre più caro come dimostra la battaglia a suon di denunce, querele, richiami e sanzioni disciplinari che sta colpendo professionisti di ogni tipo e semplici cittadini colpevoli di esprimere opinioni fuori dal coro sui temi antropologici e la sessualità. Ne sa qualcosa anche l’avvocato e membro del direttivo Family day Simone […]

Cirinnà a carte scoperte: «Ora le adozioni» – di Tommaso Scandroglio

Repubblica ha di nuovo intervistato l’on. Monica Cirinnà, madrina della legge sulle Unioni civili. Periodicamente il quotidiano fondato da Eugenio Scalfari bussa alla porta della senatrice (o forse è l’opposto?) tanto per tenere caldo un tema, quello sulle unioni civili, che ormai non se lo fila più nessuno.

Bufale e contro-bufale, solo per imporre la censura – di Roberto Marchesini

Già il dottor Gulisano ha sollevato qualche obiezione e molte perplessità a proposito del decreto che impone dodici vaccini obbligatori ai bambini italiani (in attesa dell’imposizione del tredicesimo, contro il papilloma). Come mai questa imposizione (con decreto d’urgenza, a prescindere dalle complicazioni che provocherà), come mai questa «mano pesante», come mai l’imposizione obbligatoria di così […]

Nell’epoca della post-libertà non basta vincere le elezioni – di Antonio Socci

Siamo entrati nell’epoca della post-libertà. Forse non ce ne siamo davvero resi conto. E’ un tempo in cui le elezioni non sono più decisive per assegnare il potere, la sovranità popolare sta su “Scherzi a parte” e i parlamenti e i governi sono espropriati da cessioni di sovranità verso tecnocrazie non elette (nazionali e sovrannazionali).

Perché l’immigrazione piace tanto a sinistra – di Giuliano Guzzo

Mi rendo conto di svelare il segreto di Pulcinella, ma la corale alzata di scudi del centrosinistra italiano contro i sospetti levatisi in questi giorni sulle attività delle Ong, rende urgente la ri-sottolineatura di un aspetto a molti già chiaro, ma a troppi – temo – non ancora, ossia i motivi per cui a quella […]

Le primarie del PD: così a Ercolano

Va bene festeggiare l’indipendenza e la libertà, ma dobbiamo scegliere: o eredi di una civiltà millenaria o sudditi della troika – di Antonio Socci

Ieri si celebrava il 25 aprile. Nella mia famiglia, per motivi storici, è davvero una festa della liberazione. Così avrei voluto scrivere su Twitter: viva l’Italia libera e indipendente dall’occupante tedesco. Ma – mi sono detto – qualcuno potrebbe accusarmi di “sovranismo”? Si può ancora sventolare il tricolore e parlare di indipendenza nazionale e di […]

“Teo-Grillini”, la sintesi impossibile – di Angela Pellicciari

Era già strano che i funerali di Gianroberto Casaleggio si fossero svolti in chiesa, così, come se niente fosse. Come se il suo pensiero, invece che gnostico in modo aperto, non contasse nulla. Senza pubblica ritrattazione degli errori, senza pubblico pentimento. Adesso è arrivata da duplice fonte, Avvenire e il suo direttore Tarquinio intervistato dal […]

Nucleare ecologico: la scoperta italiana – di Antonio Socci

Da Paese distrutto che aveva pure perso la guerra ed era prevalentemente agricolo, in pochissimi anni l’Italia è diventata la quinta potenza industriale del pianeta. L’espressione “miracolo economico” fu coniata espressamente per noi. Fu un balzo in avanti strepitoso. Cos’avremmo potuto fare se avessimo avuto anche il petrolio? In effetti, l’inizio dei nostri guai è […]

Tribunali dei minori addio: l’interesse dei bimbi sacrificato sull’altare dei desideri degli adulti – di Andrea Zambrano

Il primo passaggio alla Camera ha dato esito positivo. Ora tocca al Senato e quando anche Palazzo Madama avrà dato il suo sì, ecco che dall’ordinamento giuridico italiano scompariranno i tribunali dei minori sostituiti da apposite sezioni inserite dentro i tribunali ordinari.