Messaggio del 25 dicembre 2014

Cari figli! Anche oggi vi porto tra le braccia mio Figlio Gesù e cerco da Lui la pace per voi e la pace tra di voi. Pregate e adorate mio Figlio perché nei vostri cuori entri la sua pace e la sua gioia. Prego per voi perché siate sempre più aperti alla preghiera. Grazie per aver risposto alla mia chiamata.  

Archivio per ‘Apologetica’ Categoria

L’Osservatore Romano: Pio XII restituito alla storia

«Finché tutto il materiale rilevante non sarà disponibile agli studiosi, questo tema resterà aperto a ulteriori indagini» è forse questa, tra le righe, la novità sostanziale di un cambiamento che in poche ore ha fatto il giro del mondo. Il museo di Yad Vashem dedicato alla storia della Shoah ha infatti sostituito la controversa didascalia […]

BENEDETTO XVI: l’uomo non è un prodotto casuale dell’evoluzione

L’uomo non è il prodotto casuale dell’evoluzione, ma dell’Amore creatore e redentore di Dio che dà senso alla vita, ha spiegato Papa Benedetto XVI nella Veglia pasquale. «La nostra professione di fede inizia con le parole: “Credo in Dio, Padre onnipotente, Creatore del cielo e della terra” – ha affermato il Pontefice –. 

Cambiato il testo che fa riferimento a Pio XII allo Yad Vashem

La direzione del museo dell’Olocausto di Gerusalemme, lo Yad Vashem, ha deciso di cambiare oggi il testo della lapide in cui si criticava l’operato del Pontefice Pio XII.Il testo in cui si attaccava il Pontefice e la Chiesa cattolica per non aver protestato contro i nazisti per lo sterminio degli ebrei durante la seconda guerra […]

Neanderthal e homo sapiens non sono parenti

L’uomo di Neanderthal e l’Homo sapiens non si incrociarono tra loro, ma rimasero sempre due specie distinte. Fino a che Neanderthal, perdendo la battaglia evolutiva con Sapiens, si estinse. È quanto affermano ricercatori italiani dell’università di Ferrara, guidati da Giorgio Bertorelle, dopo aver confrontato il Dna di esemplari di uomini di Neanderthal con quello di […]

E Varsavia ordinò: «Arrestate Wojtyla»

«Sì, eravamo loro e noi. I comunisti cercavano di farsi accettare non solo come autorità politica, ma anche morale, come espressione della nazione polacca. Ma fu la Chiesa a diventare tale espressione, specialmente nella persona del cardinale Wyszynski. I comunisti tentavano di far finta che non esistessimo; ma era impossibile».È questa – nelle parole di […]

La ragazza che non ebbe paura di essere diversa

Se tutto è stato scritto e detto su Giovanna d’Arco, che enigma è però questa figura. Che enigma è questa vita sacrificata sul rogo, il 29 maggio1431, a pochi passi da qui. Non possediamo un ritratto dell’eroina, ma solo uno schizzo di Clément de Fauquembergue, cancelliere al Parlamento di Parigi nel 1429, che non ha […]

Darwin e la Bibbia. E Ratzinger rispose

Nel 1985 l’allora prefetto della Congregazione per la Dottrina della fede Joseph Ratzinger tenne 6 lezioni alla Fondazione Sankt Georgen in Carinzia, 4 delle quali dedicate al tema della creazione tra Bibbia e scienza. Quei testi finora inediti in italiano vengono oggi raccolti (insieme a un altro scritto del Papa sulla comprensione della fede nella […]

L’ultima gaffe dell’UAAR (Unione Atei e Agnostici Razionalisti)

Sta circolando un’immagine offensiva in cui tre scimpanzé, un maschio, una femmina e un cucciolo, vengono irriguardosamente accostati alla Sacra Famiglia. Il motivo del raffronto sacrilego è contenuto nel bodycopy: «Nessuno ha l’esclusiva sui modelli di famiglia». Ovvia l’allusione al magistrale intervento del Sommo Pontefice al VII Incontro mondiale delle famiglie tenutosi a Milano. Gli […]

Recensione libraria: Pio IX e la Rivoluzione, di Roberto de Mattei

Come maturò l’appellativo di «Papa liberale» assegnato al beato Pio IX, in realtà strenuo difensore della Tradizione? Il gesto di clemenza era privo di connotazioni politiche, ma esso si trasformò nella propizia occasione, di far divampare l’incendio ideologico rivoluzionario in tutta Italia e in buona parte dell’Europa.   Fonte: Corrispondenza romana

Il Risorgimento nelle profezie di Don Bosco

Le profezie «politiche» di san Giovanni Bosco, di Vittorio MESSORI. I giovani collaboratori e allievi  avevano appuntato come alla fine del 1860 Don Bosco si fosse lasciato andare a una delle sue profezie: “L’anno prossimo morirà un gran personaggio, un famoso diplomatico, se ne parlerà in tutta Europa come di un fatto gravissimo”.