Messaggio del 25 dicembre 2014

Cari figli! Anche oggi vi porto tra le braccia mio Figlio Gesù e cerco da Lui la pace per voi e la pace tra di voi. Pregate e adorate mio Figlio perché nei vostri cuori entri la sua pace e la sua gioia. Prego per voi perché siate sempre più aperti alla preghiera. Grazie per aver risposto alla mia chiamata.  

Archivio per ‘Politica italiana’ Categoria

« L’identità italiana e le radici cristiane » di Antonio Socci

C’è un dettaglio che sorprende nell’intervista di Matteo Salvini con Bruno Vespa. Il vicepremier ha menzionato quattro volte Dio, una volta la Provvidenza e una il Purgatorio. Un mio amico, vecchio esperto di cattolici e politica, mi dice: “forse solo La Pira e don Sturzo in politica avevano l’istinto, nel loro colloquiare, di riferirsi all’Assoluto […]

« Caro Presidente, gli italiani si aspettano che lei difenda l’Italia non che attacchi il Governo » di Antonio Socci

Sergio Mattarella è una persona mite e garbata, con uno spiccato senso delle istituzioni. Sono pregi importanti e dovrebbero aiutare in particolare chi si trova a fare il presidente della Repubblica, quindi a rappresentare l’Italia (non la Germania o la Francia e nemmeno l’Europa, ma l’Italia) e tutti gli italiani (la nazione intera e non […]

« Il razzismo della Bachelet, madrina dell’eugenetica » di Marco Respinti

Anche il miglior confessore del mondo si confessa, e chi ha detto che un giudice ladro non possa giudicare un ladro a norma di legge? È quindi certamente ex auctoritate che l’Alto Commissario per i diritti umani dell’ONU, Michelle Bachelet, ha dato dei razzisti agli italiani. La Bachelet, cilena, è stata elevata a quel rango […]

« Razzismo made in Italy, falsità Onu e dei suoi suggeritori » di Gianandrea Gaiani

Possiamo buttarla in politica e mettere in dubbio la già scarsa credibilità delle Nazioni Unite, ma il “caso Bachelet” con le accuse di razzismo all’Italia e all’Austria dovrebbero innanzitutto indurre a chiederci come li scelgano gli alti rappresentanti al Palazzo di Vetro. Se il criterio fosse davvero la militanza sinistrosa-buonista-terzomondista abbinata a malafede, pregiudizio e […]

« L’UE voleva i migranti nei centri di detenzione. Ma allora perché hanno indagato solo Salvini se tutto il Governo era all’unisono sul caso Diciotti? ? » di Antonio Socci

Avvengono cose strane. Matteo Salvini è indagato per aver impedito, per qualche giorno, lo sbarco a terra dei migranti della Diciotti, trattenuti a bordo in attesa di ottenere ricollocamenti nei Paesi UE come (a parole) stabiliscono gli accordi. La UE – si sa – ha risposto picche all’Italia dicendo: affari vostri, ce ne infischiamo.

« Gli immigrati scomparsi non hanno diritto di asilo » di Anna Bono

Almeno 50 emigranti sbarcati dalla nave Diciotti nella notte del 26 agosto risultano irreperibili. Alcuni si sono dileguati prima ancora del trasferimento a Rocca di Papa, il centro scelto per ospitarli in attesa di partire per la destinazione definitiva, secondo quanto previsto dall’accordo tra il governo italiano e la Conferenza episcopale italiana.

Il partito antitaliano dei media idolatra “i mercati”, la UE e vuole abbattere Salvini – di Antonio Socci

I media italiani, nella quasi totalità, sembrano una sorta di Giornale Unico scritto dal Giornalista Collettivo. Esso rappresenta il vero partito di opposizione a questo governo. Ma soprattutto è il Giornale Unico di opposizione, pregiudiziale e frontale, a Matteo Salvini. E’ il Giornale Unico delle élite, dell’establishment che perde quote di potere, che tuona ogni […]

“Salvini indagato, frutto di una magistratura ideologica” di Andrea Zambrano

“Salvini indagato? E’ il risultato dell’ideologia di una parte della magistratura,minoritaria ma culturalmente egemone”. Secondo il magistrato Alfredo Mantovano l’inchiesta della Procura di Agrigento che ha portato all’iscrizione nel registro degli indagati del ministro degli Interni Matteo Salvini “suscita molti interrogativi”. E in questa intervista alla Nuova BQ spiega perché.

« Caso Diciotti: vince Salvini, perde la lotta alla Tratta » di Gianandrea Gaiani

Terminata l’attesa dei 137 immigrati clandestini ancora a bordo del pattugliatore “Diciotti” della Guardia costiera ormeggiato da cinque giorni a Catania. E’ iniziato poco prima della mezzanotte di sabato lo sbarco dei clandestini che, dopo le procedure di identificazione, sono stati portati a bordo di tre pullman a Messina. Il via libera allo sbarco è arrivato […]

Inchiesta di REPORT del 2004 sulla gestione Benetton delle autostrade