Messaggio del 25 dicembre 2014

Cari figli! Anche oggi vi porto tra le braccia mio Figlio Gesù e cerco da Lui la pace per voi e la pace tra di voi. Pregate e adorate mio Figlio perché nei vostri cuori entri la sua pace e la sua gioia. Prego per voi perché siate sempre più aperti alla preghiera. Grazie per aver risposto alla mia chiamata.  

Il sito della Santa Sede, ovvero il sospetto di un’avanzata apostasia

VATICANOIl Catechismo della Chiesa cattolica, al numero 2089, recita: L’apostasia è “il ripudio totale della fede cristiana”. La definizione è un copia e incolla dal sito della Santa Sede, a cui verrebbe d’istinto premettere un “ex”. Meglio ancora sarebbe specificare che quelle pagine sono ciò che resta del precedente portale, quello esistito fino a quando sommo pontefice è stato Benedetto XVI, che Dio lo benedica.

Relazione semestrale della DIA-Direzione Investigativa Antimafia (testo dalle pagine 205-206)

diaIl traffico di stupefacenti, quello delle armi, i reati concernenti l’immigrazione clandestina e la tratta di persone da avviare alla prostituzione e al lavoro nero (anche attraverso il “caporalato”), la contraffazione, i reati contro il patrimonio e i furti di rame, sono solo alcuni dei settori dell’illecito maggiormente rappresentativi dell’operatività della criminalità straniera in Italia.

« Stai calmo … e resta nell’ovile » di don Elia

Rembrandt_Cristo nella tempesta sul lago di GalileaUn barcone alla deriva: ecco che cosa sembra l’attuale dirigenza della Chiesa Cattolica. Potrebbe sembrare un giudizio temerario e irrispettoso, ma avremo pur il diritto di esprimere lo sgomento provocato da certe dichiarazioni pontificie o episcopali che ormai da anni spingono ossessivamente nella stessa direzione: una sistematica demolizione della morale cristiana e una resa incondizionata all’agenda della tirannia mondialista. Non riusciamo più a riconoscere i nostri Pastori, ma abbiamo davanti agli occhi il tipico comportamento dei mercenari, che non solo si astengono dal respingere il lupo, ma gli spalancano le porte dell’ovile.

« La nostra patria è la nostra fede, la nostra terra, il nostro re. Ma la loro patria, che cos’è? Lo capite voi? » di Antonio Socci

Vandea“E’ il ritorno dei morti viventi”, mi dice un avvilito e impietoso militante del PD. L’uragano renziano – prima vincente, poi schiantato e vinto – se n’è andato e infine sulla spiaggia ha lasciato un deposito di detriti, relitti e rottami risucchiati dai fondali del tempo: è la “nuova vecchissima” segreteria del PD allestita dallo spaurito Maurizio Martin pescatore, appena eletto segretario.

« Il piano a lungo termine per l’islamizzazione dell’Europa » di Lorenzo Formicola

moscheaE’ da tempo che l’ondata di immigrati musulmani stimola il dibattito sull’immigrazione, un po’ meno le politiche in fatto di sicurezza. E’ stato acclarato che quand’anche l’emigrazione verso l’Europa dovesse cessare immediatamente e in modo permanente, la popolazione islamica nel Vecchio Continente passerebbe dal 4,9% al 7,4% entro il 2050. 

Bari, incontro ecumenico. Papa Francesco prega a S. Nicola

San NicolaSiamo felici di sapere che le ginocchia del Santo Padre funzionano benissimo, che sia un miracolo di S. Nicola? Anche la musichetta di sottofondo del video dell’evento (qui) abbiamo gradito, proprio adatta alla circostanza. Ma sì, alleggeriamoci un po’, mica vorremmo mettere il gregoriano!

Va tutto bene madama la marchesa…

Francesco, l’eresia al potere e la persecuzione nella Chiesa – Intervista di Mons. Antonio Livi *

Mons_Antonio_LiviIntervista concessa il 2 maggio 2018 da Mons. Antonio Livi alla rivista «The Wanderer», e pubblicata il 3 maggio. La trascrizione dell’intervista è stata pubblicata sul Courrier de Rome n° 611 di giugno 2018, con la seguente avvertenza: E’ stato mantenuto lo stile parlato dell’intervista, apportando solo alcune minime correzioni formali per una più scorrevole presentazione scritta.

« Da Siena a New York (passando per Roma, Londra e Bruxelles) il crollo della sinistra come uno choc storico » di Antonio Socci

Siena di notteFra le allegre e colorate vie di Siena, in festa per il Palio della Madonna di Provenzano, a una settimana dallo tsunami elettorale, si aggirano come naufraghi certi notabili e intellettuali della Sinistra cittadina che, interpellati dai giornali nazionali, si dicono “sotto choc” e sbigottiti per il crollo di un dominio rosso durato 70 anni.

« Vergine irrisa, ecco la sobrietà chiesta ai gay dal vescovo » di Andrea Zambrano

Vergine irrisaLa fiera dell’osceno sotto gli occhi della Madonna del Rosario. Eccolo il rispetto chiesto dal vescovo di Pompei agli organizzatori e partecipanti del PompeiPride2018: una donna di rosso vestita che ostenta alcuni Rosari e tende le braccia imitando l’iconografia della Madre di Dio che accoglie i suoi figli in un abbraccio. Una “Madonna gay”, Dio ci perdoni l’accostamento blasfemo, a pochi passi dal Santuario mariano e in aperto sberleffo alla fede cattolica.

« L’Italia farà da sola, il vertice segna la fine dell’Europa » di Gianandrea Gaiani

VerticePoco importa che al termine del vertice di Bruxelles tutti cerchino di rivendicare un successo da spendere presso la propria opinione pubblica ed elettorato ma il verdetto del summit è che l’Europa, semplicemente, non esiste. Nella Storia non si era mai visto uno Stato, un’alleanza o comunque un soggetto geopolitico incapace di gestire persino la difesa delle proprie frontiere esterne dall’assalto di criminali e immigrati illegali.

« E’ la protestantizzazione della Chiesa » di Marco Tosatti

Card. Gerhard MüllerIl Prefetto emerito della Congregazione per la Dottrina della Fede, il card. Gehrard Mueller, in un’intervista al Catholic World Report lancia il suo allarme per una Chiesa che si sta convertendo al mondo, invece che cercare di convertire il mondo a Dio. Ne abbiamo tradotto alcuni brani, che ci sono parsi particolarmente interessanti.

« Addio business, pacchia finita per le coop dell’accoglienza » di Andrea Zambrano

migranti accoglienzaL’ultimo caso in ordine di tempo risale ad appena due giorni fa: una struttura per richiedenti asilo sequestrata a Latina e sei persone finite in manette per maltrattamenti, truffa aggravata e frode nelle forniture pubbliche. L’operazione della Procura laziale era partita su segnalazione di alcuni ospiti richiedenti asilo che si lamentavano delle scarse condizioni igieniche del Cas gestito da una onlus del posto.

“Munchau: E’ la paura che ha tenuto in riga l’Italia per decenni facendola accettare cose contrarie al suo interesse” di Antonio Socci

Savona-SalviniDunque aveva ragione Paolo Savona. Il tempo è galantuomo e dopo appena un mese si sta verificando esattamente quello che l’economista sardo aveva previsto, quello che voleva prevenire e che proponeva di governare: l’implosione dell’Unione Europea. Tale preveggenza, che doveva essergli riconosciuta come un merito, gli è invece costata cara. Per essa infatti ha dovuto rinunciare al ministero del Tesoro su cui avevano posto il veto Mattarella e la Germania.

« I ballottaggi premiano la Lega. Sinistra a pezzi » di Ruben Razzante

SalviniIl secondo turno delle elezioni amministrative non partorisce verdetti eclatanti ma conferma le tendenze in atto nell’elettorato italiano. Alle urne 2 milioni 793 mila italiani in 75 comuni, tra cui 14 capoluoghi di provincia. Anzitutto l’affluenza alle urne cala vistosamente, complice il bel tempo, che ha spinto verso le spiagge assolate moltissimi aventi diritto, e la mancanza di candidati graditi agli elettori dei partiti rimasti fuori dal ballottaggio, in primo luogo quelli pentastellati. 

« L’Italia umiliata e impoverita dal partito delle elite rialza la testa e ritrova la speranza a l’orgoglio » di Antonio Socci

SalviniSalvini di qua, Salvini di là. Ieri (s)parlavano di lui l’editoriale del “Corriere della sera” e il titolo d’apertura della prima pagina. Ma pure l’editoriale di “Repubblica”, il suo titolo d’apertura e il titolo di taglio della prima (con un altro richiamo sulla stessa prima). Anche gli altri quotidiani stavano così sull’argomento. Più lo attaccano e più Salvini accresce la sua popolarità tra la gente.

« Negozi chiusi la domenica, una scelta doverosa » di Giampaolo Crepaldi

Vescovo di TriesteIl ministro del Lavoro Luigi Di Maio ha rilanciato la proposta della chiusura degli esercizi commerciali nel giorno di domenica, intendendo così abolire la normativa di completa liberalizzazione attuata da precedenti governi. La proposta è oggetto di discussione e sia i partiti che i soggetti sociali stanno prendendo posizione.

« Migranti irregolari, un business da 7 miliardi di dollari » di Anna Bono

Si intitola “Studio mondiale sul contrabbando di emigranti 2018”: è il rapporto pubblicato il 13 giugno dall’Unodc, l’Ufficio delle Nazioni Unite per il controllo della droga e la prevenzione del crimine. In 170 pagine lo studio – il primo globale – descrive dettagliatamente le attività dei contrabbandieri, i rischi a cui vanno incontro gli emigranti, chi sono i trafficanti e le persone che ad essi si affidano e inoltre suggerisce alcune linee di azione per combattere il contrabbando.

« Il cardinale Burke e le miserie dell’Avvenire » di Riccardo Cascioli

tarquinioUn cardinale di santa Romana Chiesa scopre di essere stato infamato e insultato dal quotidiano dei vescovi italiani. Allora scrive al direttore del giornale per chiedere ragione di tale comportamento e anche smentire frasi che gli vengono attribuite, e indovinate? Si becca un’altra sequela di accuse e insulti. Potrebbe sembrare la trama di un mediocre romanzo, invece è l’incredibile verità. I protagonisti sono il cardinale Raymond Leo Burke e, ovviamente, Avvenire.

« L’Italia s’è desta » di Antonio Socci

TifoChe l’Italia si trovi ad essere fuori dai Mondiali di calcio – che ci hanno sempre visto protagonisti e molte volte vincitori – provoca un senso di frustrazione e umiliazione. Anche perché il calcio è stato l’unico modo in cui gli italiani per anni hanno potuto esprimere il loro patriottismo e il loro orgoglio nazionale. I Mondiali ci hanno permesso di sventolare il tricolorenelle strade (riconoscendosi tutti in esso) cosa che – in tutti gli altri giorni dell’anno – esponeva al sospetto, se non all’accusa, di fascismo. La stessa parola Patria è bandita da tempo.

“Io, immigrato e italiano vi dico che questo è schiavismo” di Andrea Zambrano

Toni Iwobi“Non è questa l’immigrazione che ho conosciuto io”. Toni Iwobi ha appena finito il suo intervento al Senato. L’aula di Palazzo Madama è in totale silenzio. E’ un emiciclo stranamente muto: ha di fronte a sé l’unico tra gli eletti italiani che può parlare di immigrazione a ragion veduta. Il senatore leghista di origini nigeriane è un simbolo scomodo perché la prima volta che il Parlamento ha tra i suoi rappresentanti un afroamericano, e non è il “nero” che ti aspetti.

torna su▲