Messaggio del 25 dicembre 2014

Cari figli! Anche oggi vi porto tra le braccia mio Figlio Gesù e cerco da Lui la pace per voi e la pace tra di voi. Pregate e adorate mio Figlio perché nei vostri cuori entri la sua pace e la sua gioia. Prego per voi perché siate sempre più aperti alla preghiera. Grazie per aver risposto alla mia chiamata.  

Sant’Elena e il ritrovamento delle reliquie della Santa Croce

Morto Gesù e seppellito la sera del 15 Nisam, gli strumenti della crocifissione, cioè la croce e i chiodi tanto di Gesù che dei due ladroni crocifissi ai suoi lati, vennero sotterrati in una fossa o grotta vicino al sepolcro che Giuseppe d’Arimatea aveva donato per ricevere le spoglie del Messia. Questo perché per gli ebrei gli strumenti del supplizio, essendo disonorati dall’uso che ne era stato fatto, dovevano essere seppelliti in luoghi appartati .

« Editoria al Pd, la “restaurazione” è servita » di Ruben Razzante

Il repentino cambiamento dello scenario politico, con il passaggio da una maggioranza giallo-verde a una giallo-rossa, ha dato il via al festival del camaleontismo, che vede coinvolti esponenti politici di primo piano, peones, burocrati, grand commis e perfino editori e giornalisti.

«Preghiera e digiuno per fermare le eresie del Sinodo sull’Amazzonia» di Riccardo Cascioli

Una «crociata di preghiera e digiuno» perché il Sinodo sull’Amazzonia non approvi errori ed eresie contenute nell’Instrumentum Laboris. È questa l’iniziativa lanciata dal cardinale Raymond L. Burke e dal vescovo ausiliare di Astana (Kazakhistan) Athanasius Schneider. 

« Quando la Cei consacrava l’Italia al Cuore Immacolato di Maria in funzione anticomunista. Mentre oggi… » di Antonio Socci

La Chiesa dovrebbe essere sempre la stessa, custodendo la verità rivelata (che è sempre la stessa) e guidando gli uomini all’eternità. Ma dal 2013 è diventata un’altra cosa da ciò che è stata per duemila anni. E, al seguito di papa Bergoglio, anche i vescovi italiani sembrano essere passati dal Cuore Immacolato di Maria a quello di Maria Elena Boschi, di Greta Thunberg, di Laura Boldrini e di Emma Bonino.

8 settembre – Natività della Beatissima Vergine Maria

«Riassumete i docenti licenziati del GPII» di Ermes Dovico

Continua a destare dolore e sconcerto nel mondo cattolico la rivoluzione in atto al Pontificio Istituto teologico Giovanni Paolo II per le scienze del Matrimonio e della Famiglia (vedi il dossier della Nuova BQ), come testimoniano diversi nuovi interventi negli ultimi 15 giorni, tra cui due lettere aperte firmate da accademici e ricercatori di varie nazionalità, che chiedono il reintegro dei docenti licenziati a seguito dell’approvazione dei nuovi statuti.

Consultazione del M5S tra gli iscritti alla piattaforma Rousseau sull’opportunità di un Governo con il PD

Se si potesse scherzare sull’argomento potremmo esultare con uno storico “habemus papam!”, ma purtroppo dalla consultazione che il Movimento cinque stelle ha voluto aprire tra gli iscritti alla piattaforma Rousseau è emerso un assoluto nulla. Per chi non lo sapesse, questa tanto citata “piattaforma” altro non è che un sito internet con un’area alla quale possono accedere solo gli iscritti, i quali per esprimere la propria opinione devono identificarsi con account e password e dimostrare di essere tesserati grillini. 

Oggi avremo il nuovo Governo. Sappiamo tutto su quel che sta accadendo? Video

Per capire quel che è accaduto nel nostro Governo in questi giorni va ascoltato con attenzione il discorso che ha tenuto Matteo Salvini dopo la seconda convocazione al Quirinale. Molti pensano semplicisticamente che tutto quello che c’è da sapere viene fornito al popolo dai mass media o dai social. Ma non è così. 

« Processo alla CO2: assolta con formula piena » di Riccardo Cascioli

Quando si parla di distorsione della realtà legata alla propaganda sui cambiamenti climatici, il caso più clamoroso è quello dell’anidride carbonica (CO2). Demonizzata come causa prima del catastrofico riscaldamento globale, ormai considerata nell’immaginario collettivo un “gas satanico”, ogni notizia che aggiorna il suo costante aumento di concentrazione nell’atmosfera viene vissuta con angoscia collettiva (oggi è vicina alle 415 parti per milione, ppm, contro le 315 del 1958).

« Col sinodo sull’Amazzonia si rischia lo scisma » di Marco Tosatti

Immanenza, neopelagianesimo, e il rischio concreto che possa nascere uno scisma: questi sono alcuni dei rischi che l’arcivescovo José Luis Azcona, vescovo emerito della prelatura di Marajó, nella regione amazzonica brasliana, sottolinea in un suo intervento ad ACI prensa, in relazione al Sinodo sull’Amazzonia che si svolgerà in ottobre in Vaticano, e al suo Instrumentum Laboris (IL).

Crisi di Governo – Le risposte di Salvini ai giornalisti

https://www.facebook.com/salviniofficial/videos/459352664618876/

« E al sentir di Maria, dal Pd schiumarono di rabbia » di Andrea Zambrano

La foto simbolo è quella di Salvini che bacia il Rosario quasi di nascosto, come lo scolaretto a scuola che copia, ma sapendo che in quel momento tutti i fotografi appostati nella piccionaia di Palazzo Madama con i loro teleobiettivi non aspettavano altro. Accanto a lui c’è il di lì a poco ex premier Giuseppe Conte che lo ha appena rimbrottato: «Lascia che te lo dica Matteo, non si usano i simboli religiosi per fare politica».

« Ecco come Conte sta portando il M5S nelle mani dell’establishment franco-tedesco per far fuori Salvini ed evitare il voto degli italiani » di Antonio Socci

Il vero braccio di ferro in corso – in questo ferragosto rovente per il Governo – è fra il “partito straniero” e il partito della sovranità degli italiani.

E’ lo scontro di sempre che continua finché non sarà ridata la parola agli italiani e saranno loro a risolverlo. Ma è appunto per impedire che decidano gli italiani che il “partito straniero” si è mosso in forze (ricordo che, secondo quanto ha scritto Roberto D’Alimonte sul “Sole 24 ore”, il 72 per cento degli italiani vorrebbe il voto anticipato).

Forte critica del cardinale Müller all’Instrumentum laboris del Sinodo sull’Amazzonia

Il cardinale Gerhard Müller, già Prefetto della Congregazione per la Dottrina della Fede, ha reso noto un documento in cui analizza alcuni punti chiave dell’Instrumentum Laboris, la bozza di lavoro del Sinodo sull’Amazzonia pubblicata dalla Santa Sede lo scorso 17 giugno. Questo documento, secondo il cardinale Müller, contiene un “falso insegnamento” riguardante soprattutto le fonti della Rivelazione.  La dichiarazione del cardinale Müller, che appare il 16 luglio, festa della Madonna del Carmelo, viene pubblicata contemporaneamente in quattro lingue: in italiano da Corrispondenza Romana; in inglese da LifeSiteNews; in tedesco da Die Tagespost, Kath.net e CNA Deutsch; e in spagnolo da Infovaticana.

Sinodo Amazzonia: cosa nasconde? Intervista a Julio Loredo

Solennità del Perdono di Assisi

Aerei militari su Milano per riprese tecniche

Sembra una notizia di nessun conto, ma a non essere superficiali c’è da meditare. Ieri mattina a Milano, tra le 10,30 e le 11,00, si è sentito un continuo passaggio di aerei che volavano a bassa quota. I media dicono che in molti hanno telefonato all’Aereonautica militare per conoscerne il motivo e anche chi scrive ha avuto la tentazione di chiamare il 112, perché quei rombi erano inquietanti. Che a girare fossero solo tre velivoli si è saputo dopo, ma al momento sembrava un attacco aereo.

« Paglia, via alle purghe. Cancellato Giovanni Paolo II » di Riccardo Cascioli

Licenziato in tronco l’erede del cardinale Carlo Caffarra e cancellati gli insegnamenti su cui San Giovanni Paolo II aveva costruito l’Istituto per il Matrimonio e la Famiglia. Le purghe (su commissione) del vescovo Vincenzo Paglia al Pontificio Istituto Teologico Giovanni Paolo II per le Scienze del Matrimonio e della Famiglia, sono scattate: dai piani di studio è stata cancellata la Teologia morale (fondamentale e speciale) e sono stati silurati i rispettivi insegnanti, monsignor Livio Melina e padre José Noriega.

La suora che voleva diventare un’attrice famosa. Tra breve diventerà famosa come santa.

« Ambiguità su Vincent, è l’ecumenismo dell’eutanasia » di Tommaso Scandroglio

A seguito della morte di Vincent Lambert è stata resa nota una Dichiarazione congiunta di sei leader religiosi della città di Reims, città dove è stato ucciso il paziente quarantaduenne. I firmatari sono il rabbino Shlomo Amar; Aomar Bendaoud, imam della Grande Moschea; i pastori Xavier Langlois e Pascal Geoffroy, della Chiesa protestante unita di Francia; l’arcivescovo Eric de Moulins-Beaufort e il vescovo ausiliare Bruno Feillet. Di questa dichiarazione tralasciamo le affermazioni di principio, tanto ricche di buoni sentimenti quanto assai vaghe. Concentriamo la nostra attenzione invece su alcuni passaggi critici.

« Il treno dell’Amazzonia è partito. Prossima fermata la Germania » Sandro Magister

Da lunedì 17 giugno il sinodo dell’Amazzonia convocato a Roma per il prossimo mese di ottobre ha il suo “Instrumentum laboris”, il documento base su cui discutere. Occupa 59 pagine fitte, ma bastano queste poche righe del suo paragrafo 129 per capire dove papa Francesco vuole arrivare:

torna su▲