Messaggio del 25 dicembre 2014

Cari figli! Anche oggi vi porto tra le braccia mio Figlio Gesù e cerco da Lui la pace per voi e la pace tra di voi. Pregate e adorate mio Figlio perché nei vostri cuori entri la sua pace e la sua gioia. Prego per voi perché siate sempre più aperti alla preghiera. Grazie per aver risposto alla mia chiamata.  

« Parola d’ordine: resistere » di don Elia

Care monache di clausura, da qualche mese una nuova, seppur prevedibile, tempesta si è scatenata su di voi. Questa volta, a volere la vostra morte o almeno la vostra dispersione, non è il sanguinario regime rivoluzionario che, alla fine del XVIII secolo, imprigionò o decapitò tante di voi, né il neonato Stato unitario che dopo la metà del XIX vi rubò i monasteri e ve ne cacciò fuori, né ancora una legge di “separazione” tra Chiesa e Stato emanata all’inizio del XX, nonostante il ralliement del Vaticano, da una repubblica massonica nata dall’ennesima rivoluzione, e nemmeno quella analoga che la riprodusse quasi alla lettera, tredici anni dopo, in un Paese lontano appena caduto, con la regia dei “fratelli” d’Occidente, sotto uno dei regimi più feroci che la storia ricordi.

Incredibile discorso tenuto da Papa Francesco alle Clarisse nel suo primo viaggio ad Assisi

 

« Santa Chiara, una vera discepola di san Francesco » di Cristina Siccardi – Come S. Chiara resistette a cardinali e papi

Francesco e ChiaraIl “buonismo” è la chiave di lettura che la Santa Sede dà del de profundis indetto con la Costituzione apostolica Vultus Dei Quaerere e la sua Istruzione applicativa Cor Orans dei monasteri di clausura:non si dice che la demolizione dell’autonomia giuridica (sui juris) di ogni chiostro viene messa in azione per attuare (con la realizzazione di: Federazione di monasteri, Associazione di monasteri, Conferenza dei monasteri, Confederazione di monasteri, Commissione Internazionale, Congregazione monastica) un livellamento di regime ad un modello unico, definito «affiliazione», ma che ai singoli monasteri,con poche monache, verrà chiesta una «presa di coscienza della propria realtà, in un dialogo con la Santa Sede e con le figure di riferimento previste dalla Commissione», come ha specificato, nella conferenza stampa dello scorso maggio, Monsignor José Rodríguez Carballo, Segretario della Congregazione per gli Istituti di vita consacrata e le Società di vita apostolica.

« Chi sa ha parlato: dagli archivi Pci la verità sui crimini rossi » di Andrea Zambrano

partigiani col mitraAl posto della pipa c’è il sigaro. Per il resto è in tutto e per tutto simile al commissario Maigret impersonato da Gino Cervi. Anche nelle coincidenze del destino di un personaggio che sembra avere con lui più di una somiglianza: Cervi è stato il Peppone di guareschiana memoria, in quanto al commissario nato dalla penna di Simenon, il suo è un lavoro principalmente di indagine. (clic due volte sulle immagini per ingrandirle)

« Asia Bibi scarcerata, portata in un luogo segreto » di Anna Bono

Asia Bibi è stata liberata. Ma c’è incertezza sulla sua sorte. La Afp riferisce che il suo avvocato, Saif-ul-Muluk, fuggito dal paese il 3 novembre e attualmente in Olanda, ha detto che Asia nel pomeriggio del 7 novembre è stata trasferita sotto scorta dal carcere di Multan a un aeroporto vicino alla capitale Islamabad e lì imbarcata insieme ai famigliari su un aereo con cui ha lasciato il Pakistan per una destinazione che l’avvocato sostiene di ignorare.

« Ici, ma quale condanna? Corte Ue dà ragione alla Chiesa » di Andrea Zambrano

La sentenza della Corte di Giustizia UE: l’Italia recuperi l’ICI non versata dalla Chiesa“: così titolavano ieri, con minime variazioni stilistiche, le principali testate giornalistiche presenti in rete. E’ davvero così? La Nuova BQ lo ha chisto all’avvocato Francesco Farri, tributarista, dottore di ricerca nell’Università La Sapienza di Roma e socio del Centro Studi Rosario Livatino. E ha scoperto che le cose non stanno affatto così, anzi, la sentenza stabilisce un principio: che gli enti ecclesiastici non non sono enti commerciali. Ma anche questa è una battaglia Radicale e i media si adeguano nel solco dell’anticlericalismo. 

« Gomorra nel secolo XXI. L’appello di un cardinale e storico della Chiesa » di Sandro Magister

“La situazione è paragonabile a quella della Chiesa nell’XI e XII secolo”. Da autorevole storico della Chiesa e da presidente del pontificio comitato di scienze storiche dal 1998 al 2009, il cardinale Walter Brandmüller, 89 anni, non ha dubbi quando vede la Chiesa attuale “scuotersi fin nelle sue fondamenta” a motivo del dilagare di abusi sessuali e di omosessualità “in modo quasi epidemico tra il clero e perfino nella gerarchia”.

Asia Bibi è di nuovo in carcere. L’appello del marito: ‘Pregate per noi’

famiglia di Asia BibiIslamabad (AsiaNews) – Asia Bibi, la donna cristiana assolta dall’accusa di blasfemia, ma per la quale i radicali islamici del Pakistan continuano a chiedere l’impiccagione “è tornata di nuovo in carcere a Multan”. Lo dichiara ad AsiaNews Joseph Nadeem, direttore esecutivo di Reinassance Education Foundation, mentre è in compagnia del marito di Asia, Ashiq Masih, e di sue due figlie. Dopo la lettura della sentenza d’innocenza, gli estremisti hanno ottenuto dal governo la revisione del verdetto.

Papa Francesco confessa: “Io ho salvato Medjugorje”

Il blog “Medjugorje tutti i giorni” (qui) ha riportato la trascrizione di un intervento che ha fatto nel giorno di tutti i Santi Chiara Amirante, la fondatrice della comunità Nuovi Orizzonti, che si trova a Medjugorje in questi giorni con don Davide Banzato e il cantante Nek.

La Amirante ha detto di avere avuto l’occasione di parlare con papa Francesco per un’ora su Medjugorje.

Asia Bibi, continuano le proteste: cancellate le messe per il giorno dei defunti

Lahore - cimitero chiusoLahore (AsiaNews) – Le diocesi del Pakistan hanno cancellato le messe in programma per la commemorazione dei defunti, per timore delle violente proteste scatenate in tutto il Paese dai radicali islamici che contestano la liberazione di Asia Bibi, la donna cattolica assolta dalla condanna a morte per blasfemia. P. Nasir William, parroco della chiesa cattolica di St. Francis Xavier a Sargodha, nel Punjab, afferma ad AsiaNews: “La messa che doveva svolgersi nel cimitero è stata cancellata, mentre verrà celebrata all’interno della chiesa. Speriamo che le scuole cattoliche possano riaprire la prossima settimana”.

Festività di tutti i Santi

Da in alto a sinistra: Beata Chiara Luce Badano; Giulia Gabrieli; Chiara Corbella; Giovanna Rita di Maria (Kiri); Venerabile Carlo Acutis; Beato Giorgio Frassati; Servo di Dio Salvo d’Acquisto; Carlotta Nobile; Santa Gemma Galgani. E non sono tutti.

C’è una ragione per la quale nel XX secolo morti in santità sono stati tanti giovani?

Ma al sinodo appena terminato sono stati presentati ai ragazzi che vi hanno partecipato?

Clic due volte per ingrandire

Assolta Asia Bibi. Radicali islamici in rivolta

Islamabad (AsiaNews) – La Corte Suprema ha cancellato la condanna a morte che pesava su Asia Bibi, una donna cristiana che è stata condannata per blasfemia nel 2010. Il suo caso, un’evidente manipolazione della cosiddetta “legge nera” del Pakistan, ha suscitato ondate di solidarietà nel mondo, ma anche forti reazioni nel Paese. Anche quest’oggi, la sede della Corte suprema era circondata da gruppi di poliziotti per timore che vi fossero violenze verso i giudici e la stessa Asia Bibi.

« Dialogo senza verità, l’agenda Lgbt fa tappa nel santuario di Caravaggio » di Andrea Zambrano

locandina CaravaggioAd accendere la miccia è stata la locandina che ha urtato i fedeli: raffigura in forma stilizzata e su sfondo arcobaleno, uomini che si tengono per mano e donne che fanno altrettanto. Il titolo ha provocato l’incendio: “Quale presenza per i giovani LGBT nella chiesa?”. E la location scelta ha infine causato la deflagrazione: il santuario di Santa Maria del Fonte di Caravaggio, luogo sacro per eccellenza e punto di riferimento per la fede mariana almeno del nord Italia.

«Il sinodo, la comunicazione e quella voglia di controllo» di Aldo Maria Valli

Big BrotherIl documento finale del sinodo sui giovani, un mattone indigeribile, scritto da qualcuno che aspira all’onniscienza, tocca anche il tema dell’uso delle tecnologie della comunicazione. Lo fa nella sezione intitolata La missione nell’ambiente digitale, dove, dopo aver sostenuto che «l’ambiente digitale rappresenta per la Chiesa una sfida su molteplici livelli», si afferma che sono «gli stessi giovani a chiedere di essere accompagnati in un discernimento sulle modalità mature di vita in un ambiente oggi fortemente digitalizzato che permetta di cogliere le opportunità scongiurando i rischi» (n. 145).

Comunità cattoliche di tutto il mondo promuovono eventi contro Halloween

Diverse diocesi, parrocchie e comunità cattoliche sparse in tutto il mondo stanno promuovendo un’iniziativa creata alcuni anni fa e che sta già diventando una tradizione: gli “Holywins”. Lo scopo della proposta è, attraverso le attività svolte dalle comunità cattoliche locali, di riprendersi il 31 ottobre come festa di Ognissanti, facendo celebrare ai bambini il dono di una vocazione universale alla santità.

« Chi lo ha detto che gli italiani sono ultimi? » Francesco Vidotto, scrittore ed esperto finanziario

« Riscaldamento globale, il Vaticano sfida la Polonia » di Riccardo Cascioli

Si avvicina la nuova Conferenza del Clima e in Vaticano i motori sono già al massimo. Così ancora una volta il cancelliere della Pontificia Accademia delle Scienze, monsignor Marcelo Sanchez Sorondo, radunerà in Vaticano il fior fiore dei catastrofisti mondiali, e poco importa se gli stessi sono convinti che per salvare il Pianeta bisogna applicare una drastica riduzione delle nascite o bloccare lo sviluppo, e magari anche sospendere i processi democratici per conseguire più rapidamente i citati obiettivi.

« Sinodo, documento finale tra il vago e l’ambiguo » di Lorenzo Bertocchi

La Chiesa «è una Madre santa con figli peccatori, e a causa dei nostri peccati il Grande Accusatore approfitta e gira cercando di accusare e in questo momento accusa forte, e diventa persecuzione: come i cristiani in oriente. L’accusa continua è fatta per sporcare la Chiesa. I figli sono sporchi, ma la Madre no. E’ ora di difendere la Madre con preghiera e la penitenza. E’ un momento difficile, l’Accusatore attacca la Madre e la Madre non si tocca!»

« Bando revocato, serve legge per tracciare i fondi islamici » di Andrea Zambrano

“Il bando della chiesa di Bergamo sarà revocato e la Regione procederà ad acquistare il luogo di culto”. L’assessore al Territorio della Regione Lombardia Pietro Foroni svela alla Nuova BQ le intenzioni della giunta Fontana dopo la notizia dell’asta pubblica attraverso la quale un’associazione islamica si è aggiudicata il bene in uso alla comunità ortodossa.

Una fotografia nuda e cruda sull’attuale periodo storico

torna su▲