Messaggio del 25 dicembre 2014

Cari figli! Anche oggi vi porto tra le braccia mio Figlio Gesù e cerco da Lui la pace per voi e la pace tra di voi. Pregate e adorate mio Figlio perché nei vostri cuori entri la sua pace e la sua gioia. Prego per voi perché siate sempre più aperti alla preghiera. Grazie per aver risposto alla mia chiamata.  

«Pena di morte, lo spirito di Pannella muta il Catechismo» di Stefano Fontana

Ieri abbiamo appreso che il Papa ha deciso di cambiare il Catechismo della Chiesa cattolica approvato da Giovanni Paolo II nel 1992 nel punto che tratta della pena di morte. Il motivo principale a sostegno del cambiamento è che la persona, anche se compie delitti disumani mantiene la sua altissima dignità e quindi la pena di morte è da considerarsi inammissibile in quanto appunto lesiva di questa dignità.

« Uova contro Daisy, il razzismo degli “anti-razzisti” » di Riccardo Cascioli

daisy-osakuPotremmo anche cavarcela con una risata, in fondo era solo una questione di tempo. Il tempo di trovare i tre deficienti responsabili del lancio notturno di uova a Moncalieri – che hanno colpito, tra le altre, l’atleta azzurra di lancio del disco Daisy Osakue – e avere conferma di quanto era già chiaro fin dal principio: il razzismo non c’entra nulla, era «una goliardata».

Deus Caritas Est “La S. Messa: il Miracolo dei miracoli”

« L’immigrato è sacro: come ti invento il razzismo » di Rino Cammilleri

pappalardoL’emigrato è sacro e guai a chi lo tocca. Sei poi è africano, è ancora più sacro. Il presidente Mattarella, per esempio, in visita di stato in Armenia, al deporre una corona di fiori sul sacrario del genocidio insieme al presidente armeno, non imita quest’ultimo, che si fa il segno della croce, dunque nemmeno il memoriale del genocidio è per lui sacro.

« Vescovi gay: la Chiesa è nella tempesta, non solo negli Usa » di Lorenzo Bertocchi

theodore-cardinal-mccarrickSabato scorso il Papa ha accettato la rinuncia al collegio cardinalizio presentata da Theodor McCarrick, 88 anni, influente arcivescovo emerito di Washington Dc, sulle ali degli scandali di abusi sessuali che stanno devastando la chiesa statunitense. E ieri Francesco ha accettato le dimissioni che gli sono pervenute dall’arcivescovo di Adelaide (Australia), monsignor Philip Wilson, prima della conclusione dell’appello presentato in seguito alla sentenza dello scorso 22 maggio, dove il vescovo è accusato di aver occultato i crimini del sacerdote Jim Fletcher a danno di due chierichetti minorenni.

« La “guerra” dei preti a Salvini (ma il popolo non li segue) » di Rino Cammilleri

salvini-famiglia-cristianaL’odio dell’intelligentia cattolica, gerarchie comprese, per Salvini è palpabile e dichiarato. Guerra, dunque. Impagliazzo del Sant’Egidio lo bacchetta per i rom di Roma su Avvenire. Padre Spadaro, direttore della Civiltà Cattolica osteggia la sua pretesa di mettere i crocifissi negli uffici pubblici e nelle aule scolastiche. Famiglia cristiana cerca di esorcizzarlo e lo sbatte in copertina come indemoniato.

« Una Chiesa ecologista per gli ecologisti » di Stefano Fontana

coccopalmerio2Due recenti richieste del cardinale Coccopalmerio, prefetto emerito del Pontificio Consiglio per i testi legislativi, riportate da Vatican Insider, meritano di non venire trascurate perché esprimono bene il nuovo clima che nella Chiesa si respira a proposito della questione ambientale o ecologica che dir si voglia. Il cardinale ha auspicato due cose: prima di tutto che nel Codice di diritto canonico venga esplicitato e condannato il comportamento anti-ecologista e venga invece stabilito come nuovo obbligo legale non solo un atteggiamento di rispetto ma anche di prevenzione a tutela dell’ambiente. La seconda è che possa essere istituito un servizio di rating ambientalista delle aziende che tenga conto della Dottrina sociale della Chiesa.

Il sito della Santa Sede, ovvero il sospetto di un’avanzata apostasia

VATICANOIl Catechismo della Chiesa cattolica, al numero 2089, recita: L’apostasia è “il ripudio totale della fede cristiana”. La definizione è un copia e incolla dal sito della Santa Sede, a cui verrebbe d’istinto premettere un “ex”. Meglio ancora sarebbe specificare che quelle pagine sono ciò che resta del precedente portale, quello esistito fino a quando sommo pontefice è stato Benedetto XVI, che Dio lo benedica.

Relazione semestrale della DIA-Direzione Investigativa Antimafia (testo dalle pagine 205-206)

diaIl traffico di stupefacenti, quello delle armi, i reati concernenti l’immigrazione clandestina e la tratta di persone da avviare alla prostituzione e al lavoro nero (anche attraverso il “caporalato”), la contraffazione, i reati contro il patrimonio e i furti di rame, sono solo alcuni dei settori dell’illecito maggiormente rappresentativi dell’operatività della criminalità straniera in Italia.

« Stai calmo … e resta nell’ovile » di don Elia

Rembrandt_Cristo nella tempesta sul lago di GalileaUn barcone alla deriva: ecco che cosa sembra l’attuale dirigenza della Chiesa Cattolica. Potrebbe sembrare un giudizio temerario e irrispettoso, ma avremo pur il diritto di esprimere lo sgomento provocato da certe dichiarazioni pontificie o episcopali che ormai da anni spingono ossessivamente nella stessa direzione: una sistematica demolizione della morale cristiana e una resa incondizionata all’agenda della tirannia mondialista. Non riusciamo più a riconoscere i nostri Pastori, ma abbiamo davanti agli occhi il tipico comportamento dei mercenari, che non solo si astengono dal respingere il lupo, ma gli spalancano le porte dell’ovile.

« La nostra patria è la nostra fede, la nostra terra, il nostro re. Ma la loro patria, che cos’è? Lo capite voi? » di Antonio Socci

Vandea“E’ il ritorno dei morti viventi”, mi dice un avvilito e impietoso militante del PD. L’uragano renziano – prima vincente, poi schiantato e vinto – se n’è andato e infine sulla spiaggia ha lasciato un deposito di detriti, relitti e rottami risucchiati dai fondali del tempo: è la “nuova vecchissima” segreteria del PD allestita dallo spaurito Maurizio Martin pescatore, appena eletto segretario.

« Il piano a lungo termine per l’islamizzazione dell’Europa » di Lorenzo Formicola

moscheaE’ da tempo che l’ondata di immigrati musulmani stimola il dibattito sull’immigrazione, un po’ meno le politiche in fatto di sicurezza. E’ stato acclarato che quand’anche l’emigrazione verso l’Europa dovesse cessare immediatamente e in modo permanente, la popolazione islamica nel Vecchio Continente passerebbe dal 4,9% al 7,4% entro il 2050. 

Bari, incontro ecumenico. Papa Francesco prega a S. Nicola

San NicolaSiamo felici di sapere che le ginocchia del Santo Padre funzionano benissimo, che sia un miracolo di S. Nicola? Anche la musichetta di sottofondo del video dell’evento (qui) abbiamo gradito, proprio adatta alla circostanza. Ma sì, alleggeriamoci un po’, mica vorremmo mettere il gregoriano!

Va tutto bene madama la marchesa…

Francesco, l’eresia al potere e la persecuzione nella Chiesa – Intervista di Mons. Antonio Livi *

Mons_Antonio_LiviIntervista concessa il 2 maggio 2018 da Mons. Antonio Livi alla rivista «The Wanderer», e pubblicata il 3 maggio. La trascrizione dell’intervista è stata pubblicata sul Courrier de Rome n° 611 di giugno 2018, con la seguente avvertenza: E’ stato mantenuto lo stile parlato dell’intervista, apportando solo alcune minime correzioni formali per una più scorrevole presentazione scritta.

« Da Siena a New York (passando per Roma, Londra e Bruxelles) il crollo della sinistra come uno choc storico » di Antonio Socci

Siena di notteFra le allegre e colorate vie di Siena, in festa per il Palio della Madonna di Provenzano, a una settimana dallo tsunami elettorale, si aggirano come naufraghi certi notabili e intellettuali della Sinistra cittadina che, interpellati dai giornali nazionali, si dicono “sotto choc” e sbigottiti per il crollo di un dominio rosso durato 70 anni.

« Vergine irrisa, ecco la sobrietà chiesta ai gay dal vescovo » di Andrea Zambrano

Vergine irrisaLa fiera dell’osceno sotto gli occhi della Madonna del Rosario. Eccolo il rispetto chiesto dal vescovo di Pompei agli organizzatori e partecipanti del PompeiPride2018: una donna di rosso vestita che ostenta alcuni Rosari e tende le braccia imitando l’iconografia della Madre di Dio che accoglie i suoi figli in un abbraccio. Una “Madonna gay”, Dio ci perdoni l’accostamento blasfemo, a pochi passi dal Santuario mariano e in aperto sberleffo alla fede cattolica.

« L’Italia farà da sola, il vertice segna la fine dell’Europa » di Gianandrea Gaiani

VerticePoco importa che al termine del vertice di Bruxelles tutti cerchino di rivendicare un successo da spendere presso la propria opinione pubblica ed elettorato ma il verdetto del summit è che l’Europa, semplicemente, non esiste. Nella Storia non si era mai visto uno Stato, un’alleanza o comunque un soggetto geopolitico incapace di gestire persino la difesa delle proprie frontiere esterne dall’assalto di criminali e immigrati illegali.

« E’ la protestantizzazione della Chiesa » di Marco Tosatti

Card. Gerhard MüllerIl Prefetto emerito della Congregazione per la Dottrina della Fede, il card. Gehrard Mueller, in un’intervista al Catholic World Report lancia il suo allarme per una Chiesa che si sta convertendo al mondo, invece che cercare di convertire il mondo a Dio. Ne abbiamo tradotto alcuni brani, che ci sono parsi particolarmente interessanti.

« Addio business, pacchia finita per le coop dell’accoglienza » di Andrea Zambrano

migranti accoglienzaL’ultimo caso in ordine di tempo risale ad appena due giorni fa: una struttura per richiedenti asilo sequestrata a Latina e sei persone finite in manette per maltrattamenti, truffa aggravata e frode nelle forniture pubbliche. L’operazione della Procura laziale era partita su segnalazione di alcuni ospiti richiedenti asilo che si lamentavano delle scarse condizioni igieniche del Cas gestito da una onlus del posto.

“Munchau: E’ la paura che ha tenuto in riga l’Italia per decenni facendola accettare cose contrarie al suo interesse” di Antonio Socci

Savona-SalviniDunque aveva ragione Paolo Savona. Il tempo è galantuomo e dopo appena un mese si sta verificando esattamente quello che l’economista sardo aveva previsto, quello che voleva prevenire e che proponeva di governare: l’implosione dell’Unione Europea. Tale preveggenza, che doveva essergli riconosciuta come un merito, gli è invece costata cara. Per essa infatti ha dovuto rinunciare al ministero del Tesoro su cui avevano posto il veto Mattarella e la Germania.

torna su▲