Messaggio del 25 dicembre 2014

Cari figli! Anche oggi vi porto tra le braccia mio Figlio Gesù e cerco da Lui la pace per voi e la pace tra di voi. Pregate e adorate mio Figlio perché nei vostri cuori entri la sua pace e la sua gioia. Prego per voi perché siate sempre più aperti alla preghiera. Grazie per aver risposto alla mia chiamata.  

« Sanremo-Marocco » di Marcello Veneziani

MahmoodMa se si fosse chiamato Michele, se fosse stato perdutamente italiano, se il suo genere musicale non fosse stato il Marocco pop, come lui stesso lo definisce, Mahmud o Mahmood avrebbe vinto Sanremo? Non sono un esperto di canzoni, non seguo Sanremo, non pretendo di giudicare una canzone. E trovo Mahmud un ragazzo simpatico, e probabilmente un bravo cantante.

Padre Livio Fanzaga si è risvegliato dal sonno della ragione?

« No al concordato della Fratellanza musulmana » di Souad Sbai

La storica visita di Papa Francesco ad Abu Dhabi ha certamente lasciato il segno, ma guai a non diffidare delle imitazioni. A Lecce, Nardò per la precisione, la febbre dell’interreligiosità deve essere particolarmente alta. Tanto che, in un chiostro di carmelitani, ha avuto luogo un evento alquanto singolare: la presentazione di un’idea di concordato tra Stato italiano e islam, su iniziativa di musulmani italiani convertiti, riuniti nell’autoproclamatasi Associazione Nazionale Musulmani Italiani (ANMI), e con la benedizione del sindaco della località pugliese. 

Il dono della filiazione Divina. La fede cristiana: l’unica valida religione e unicamente voluta da Dio – di Mons. Athanasius Schneider

La verità della filiazione Divina in Cristo, che è intrinsecamente soprannaturale, costituisce la sintesi di tutta la rivelazione Divina. La filiazione Divina è sempre un dono gratuito della grazia, il dono più sublime di Dio per l’umanità. Questo dono si ottiene, però, unicamente attraverso la fede personale in Cristo e attraverso la ricezione del battesimo, come insegnò il Signore stesso: «In verità, in verità Io ti dico, se uno non nasce da acqua e Spirito, non può entrare nel regno di Dio. Quello che è nato dalla carne è carne, e quello che è nato dallo Spirito è spirito. Non meravigliarti se ti ho detto: dovete nascere dall’alto» (Giov. 3, 5-7).

« L’ “Arca della fratellanza” e la carità cristiana » di Roberto de Mattei

Il logo del viaggio di Papa Francesco negli Emirati Arabi raffigura una colomba con un ramoscello di ulivo. È un’immagine, ha spiegato il Papa «che richiama il racconto del diluvio primordiale, presente in diverse tradizioni religiose. Secondo il racconto biblico per preservare l’umanità dalla distruzione Dio chiede a Noè di entrare nell’arca con la sua famiglia». E anche «noi oggi, nel nome di Dio, per salvaguardare la pace, abbiamo bisogno di entrare insieme, come un’unica famiglia, in un’arca che possa solcare i mari in tempesta del mondo: l’arca della fratellanza».

Discorso di Donald Trump sull’aborto

Documento sulla ‘Fratellanza umana per la pace mondiale e la convivenza comune’: come cattolici non possiamo accettarlo.

Ieri, 4 febbraio 2019, ad Abu Dhabi è stata presentata una dichiarazione firmata dal Grande Imam sunnita di al-Azhar, Ahamad al-Tayyib, e da papa Francesco (qui il testo) che ha l’intento di mettere in atto una collaborazione scambievole per il conseguimento della tolleranza tra gli uomini e il superamento delle loro diversità.

« Ecco perché nessuno vuole ricordare il centenario del gulag comunista » di Antonio Socci

Proprio in questi mesi l’inferno compie cento anni. Ma è un centenario che non troverete ricordato quasi da nessuna parte, infatti parlare del Gulag sovietico è tuttora scomodo e imbarazzante in un Paese come il nostro, in cui il comunismo è stato così pervasivo, un paese le cui élite affondano le loro radici generazionali perlopiù in un passato comunista mai criticamente elaborato e mai sostanzialmente condannato.

« Abusi sessuali su suore. L’altra bomba che sta per esplodere » di Sandro Magister

A giudicare da quanto Francesco ha scritto e ha detto – da ultimo sull’aereo che l’ha riportato da Panama a Roma –, saranno gli abusi sessuali compiuti su minori da parte di sacri ministri l’argomento dominante del summit convocato in Vaticano dal 21 al 24 febbraio tra il papa e i presidenti delle circa 130 conferenze episcopali del mondo.

Parlamento europeo: ‘Tutte le religioni in Cina sono perseguitate’. Il caso dei cattolici

Parlamento europeoBruxelles (AsiaNews) – “Tutte le religioni in Cina sono perseguitate”: è la conclusione del dott. Josef Weidenholzer, parlamentare europeo austriaco, all’incontro tenutosi ieri pomeriggio nella sede del Parlamento europeo a Bruxelles, sul tema “Libertà religiosa in Cina”. L’incontro voluto da rappresentanti del Partito popolare e dai socialisti, ha radunato diversi testimoni, in una sala gremita.

« Martiri della riforma della Chiesa » di Roberto de Mattei

Tomba adi S. ErlembardoAnche la riforma della Chiesa conta i suoi martiri. Tra questi sono i santi Arialdo (+1066) ed Erlembaldo (+1075), capi della “Pataria”, un movimento di laici che, nell’XI secolo, si proponeva la restaurazione della morale della Chiesa nella diocesi di Milano, una delle più corrotte d’Italia.

« Un nuovo partito cattolico? Anche no » di Giuliano Guzzo

CardinaliL’idea di un nuovo partito dei cattolici già mi piaceva poco, ma adesso che leggo i nomi dei papabili leader, da Romano Prodi ad Enrico Letta, posso dirlo serenamente: non mi piace per nulla. La trovo fuori dal mondo e anche un po’ fuori di testa: i cattolici, ormai, è difficile trovarli a Messa, quasi impossibile trovarli in fila al confessionale, com’è possibile trovarli in politica, per di più a sufficienza – fra elettori ed eletti – per contare qualcosa? Suvvia, andiamo.

Promemoria per il summit sugli abusi. Per Francesco i peccati “sotto la cintura” sono “i più leggeri” – di Sandro Magister

La novità che più sorprende, nel viaggio che papa Francesco si appresta a fare a Panama per la giornata mondiale della gioventù, è che ha voluto al seguito, tra i suoi accompagnatori ufficiali, il francese Dominique Wolton (nella foto), che non è un ecclesiastico e neppure è cattolico, ma è un teorico della comunicazione, direttore di ricerca al Centre National de la Recherche Scientifique, il mitico CNRS, e fondatore della rivista internazionale “Hermès”.

« L’entusiasmo di un prete, anche nei pensieri più morbosi » di Fabio Piemonte

“Non sono i nostri sforzi a portarci a Dio, ma senza di essi, per una qualche ragione, è impossibile arrivare a Lui”. A mostrare la veridicità di tale affermazione è il romanzo “Entusiasmo” (pp. 412, Vita e Pensiero) del sacerdote e poeta spagnolo Pablo d’Ors, nominato da Papa Francesco anche consultore del Pontificio Consiglio per la Cultura.

Si tratta di un’autobiografia scritta in forma di romanzo; di un “racconto dei cammini da me battuti: come li ho scoperti e percorsi, come ho fatto i miei primi passi per poi alla fine perdermi di nuovo, o come mi sono trovato all’improvviso, senza aspettarmelo, di fronte a un difficile crocevia, totalmente inatteso”.

« Tutti eredi di Sturzo. Ma c’è poco di cui rallegrarsi » – di Stefano Fontana

Don Luigi SturzoIl centesimo anniversario della nascita a Bologna del Partito Popolare Italiano di don Luigi Sturzo, avvenuto il 18 gennaio 1919, porta con sé tali enormi nodi da sciogliere – storici, politici e teologici – che l’entusiastico invito a ricollegarsi al “popolarismo” cui si assiste in questi giorni da varie parti del mondo cattolico – anche contrastanti tra loro – suona superficiale, ingenuo e forse strumentale. 

« Chi ora comanda a “L’Osservatore Romano”. E che cosa è cambiato » di Sandro Magister

Stava scritto che “L’Osservatore Romano” avrebbe presto cambiato faccia, dopo il suo brusco cambio di direttore pochi giorni prima di Natale:
> Terremoto nei media vaticani. La campagna d’inverno dei paladini di Bergoglio

E infatti già vi si trova parecchio di nuovo, nei primi numeri di quest’anno.

« Pentimento e purificazione, la sfida di Viganò » di Riccardo Cascioli

Papa e McCarrickSe dovessimo stare alle parole usate, allora la lettera resa nota ieri da monsignor Carlo Maria Viganò all’ex cardinale Theodore McCarrick avrebbe dovuto essere accolta con grande soddisfazione in Vaticano. L’ex nunzio negli Stati Uniti chiede all’abusatore seriale McCarrick di convertirsi, e la conversione come via di uscita dalla crisi degli abusi sessuali era anche al centro della lettera inviata da papa Francesco ai vescovi statunitensi lo scorso 1 gennaio.

« Dove arriverà zio Peppuccio, il renziano-prodiano che guida il Governo gialloverde » di Antonio Socci

Conte-Merkel-PapaLa porta di Palazzo Chigi si aprì e non entrò nessuno: era Giuseppe Conte. Così – parafrasando Fortebraccio – si potrebbe sintetizzare la narrazione dei media sull’arrivo alla presidenza del Consiglio dell’attuale premier. È letteralmente balzato fuori dall’anonimato, da un giorno all’altro, come un coniglio dal cilindro del mago, senza aver fatto nulla che potesse caratterizzarlo in qualche modo (come docente universitario era poco conosciuto perfino a Firenze dove insegnava).

« Sempre più glamour comperare bambini » di Maria Rachele Ruiu

Ricky MartinLe vacanze di Natale hanno annunciato due nuovi acquisti all’ultima moda: uno per Ricky Martin e il suo compagno Jwan Yosef, uno per Kim Kardashian e suo marito.

« Che teneri, i vip accoglienti. A parole » di Giuliano Guzzo

Baglioni e BisioClaudio Baglioni e Claudio Bisio che in queste ore si danno ragione a vicenda criticando la linea dura del governo sull’immigrazione, occorre riconoscerlo, sono bellissimi. Sono l’ennesima replica dell’umanitarismo chic, dell’accoglienza salottiera, dell’aiutiamoli subito: ma a casa vostra.

torna su▲