Messaggio del 25 dicembre 2014

Cari figli! Anche oggi vi porto tra le braccia mio Figlio Gesù e cerco da Lui la pace per voi e la pace tra di voi. Pregate e adorate mio Figlio perché nei vostri cuori entri la sua pace e la sua gioia. Prego per voi perché siate sempre più aperti alla preghiera. Grazie per aver risposto alla mia chiamata.  

Archivio per ‘Chiesa’ Categoria

« Gomorra nel secolo XXI. L’appello di un cardinale e storico della Chiesa » di Sandro Magister

“La situazione è paragonabile a quella della Chiesa nell’XI e XII secolo”. Da autorevole storico della Chiesa e da presidente del pontificio comitato di scienze storiche dal 1998 al 2009, il cardinale Walter Brandmüller, 89 anni, non ha dubbi quando vede la Chiesa attuale “scuotersi fin nelle sue fondamenta” a motivo del dilagare di abusi […]

Festività di tutti i Santi

Da in alto a sinistra: Beata Chiara Luce Badano; Giulia Gabrieli; Chiara Corbella; Giovanna Rita di Maria (Kiri); Venerabile Carlo Acutis; Beato Giorgio Frassati; Servo di Dio Salvo d’Acquisto; Carlotta Nobile; Santa Gemma Galgani. E non sono tutti. C’è una ragione per la quale nel XX secolo morti in santità sono stati tanti giovani? Ma […]

«Il sinodo, la comunicazione e quella voglia di controllo» di Aldo Maria Valli

Il documento finale del sinodo sui giovani, un mattone indigeribile, scritto da qualcuno che aspira all’onniscienza, tocca anche il tema dell’uso delle tecnologie della comunicazione. Lo fa nella sezione intitolata La missione nell’ambiente digitale, dove, dopo aver sostenuto che «l’ambiente digitale rappresenta per la Chiesa una sfida su molteplici livelli», si afferma che sono «gli […]

« Sinodo, documento finale tra il vago e l’ambiguo » di Lorenzo Bertocchi

La Chiesa «è una Madre santa con figli peccatori, e a causa dei nostri peccati il Grande Accusatore approfitta e gira cercando di accusare e in questo momento accusa forte, e diventa persecuzione: come i cristiani in oriente. L’accusa continua è fatta per sporcare la Chiesa. I figli sono sporchi, ma la Madre no. E’ […]

“Angelelli beato? Sbagliato, farà vacillare la fede” di Andrea Zambrano

Targa commemorativa: “Con un odio al popolo e un altro al Vangelo. In questo luogo assassinarono mons. Enrique Angelelli,  vescovo di Rioja dal 2-8-68 fino al 4-8-76, impegnato nella sua pastorale, giustizia e pace, fu la voce di quelli senza voce. Oggi è martire dei poveri.”

« A proposito di giovani (e di sinodi) » di don Elia

No, ragazzi cari, non ci siamo proprio. Ma non è tutta colpa vostra. Il vuoto morale, intellettuale e spirituale in cui vi hanno tirato su vi costringe ad annaspare nella pressoché completa assenza di riferimenti e di punti fermi per le vostre scelte, facendovi al tempo stesso presumere di potervi dare da soli risposte alle […]

« Veri e falsi santi del nostro tempo » di Roberto de Mattei

Tra gli anniversari del 2018 ce n’è uno che è passato inosservato: i sessant’anni dalla morte del Venerabile Pio XII, avvenuta a Castelgandolfo il 9 ottobre del 1958, dopo 19 anni di regno. Eppure la sua memoria oggi è viva, soprattutto, come osserva Cristina Siccardi, per la sua immagine sacrale, degna di un Vicario di […]

« Le persone sbagliate di cui Francesco non si libera » di Sandro Magister

L’ex cardinale Theodore McCarrick non è l’unica persona sbagliata su cui Francesco ha scommesso. Perché se ne possono segnalare almeno altre tre, ai gradi alti della gerarchia, ciascuna legata a filo doppio ai cambiamenti che questo papa vuole introdurre nella Chiesa. Di McCarrick anche Francesco conosceva da tempo la cattiva condotta, i suoi corteggiamenti di […]

« Un parroco sugli altari: Vincenzo Romano sarà Santo » di Davide Lamparella

14 ottobre 2018: Papa Francesco canonizzerà, in Piazza San Pietro, anche un parroco del Sud Italia: Vincenzo Romano. Un parroco molto speciale: il primo del quale sia stata avviata una causa di beatificazione nella storia della Chiesa. Il 13 giugno 1843, Papa Gregorio XVI, all’atto della firma del decreto di introduzione della causa di Vincenzo […]

Il martirio dei cristiani di oggi. Video

Per ognuno di noi esiste un limite invalicabile alla propria tolleranza di fronte alle ingiustizie, materiali o morali che siano. Ancor di più se toccano la sfera privatissima della fede che, quando è vissuta in maniera convintamente totalitaria, impegna la coscienza a ribellarsi e a reagire in difesa di quelli che sono i propri principi […]